Faenza. Giovedì 17 dicembre ricorre il 76esimo anniversario dalla liberazione di Faenza da parte degli Alleati contro l’oppressione nazifascista. Il 17 dicembre di 76 anni fa le truppe neozelandesi entrarono a Faenza per prime, ed è per questo che la città manfreda celebra tale ricorrenza con una serie di eventi, che però quest’anno non potranno aver luogo “fisicamente” causa pandemia. A partire dalle 10 sarà infatti possibile seguire una diretta Facebook sulla pagina del Comune di Faenza, mentre alle 11.30 verrà trasmesso un montaggio video che riprende una selezione di immagini dell’Imperial Museum di Londra (scattate dai soldati Alleati nei giorni successivi al 17 dicembre e pubblicate sul volume “Faenza Liberata”, curato dagli storici Enzo Casadio e Massimo Valli). Le copie delle fotografie dal fronte sono archiviate presso la Fototeca Manfrediana.

Alle 12 (sempre in diretta Facebook) risuonerà la sirena dell’allarme antiaereo: essa fu montata sul Palazzo Comunale dal 1937, e aveva la funzione di allertare i faentini degli imminenti bombardamenti; sarà un modo per ricordare gli oltre mille concittadini che persero la vita nel periodo del conflitto.

Le iniziative sono coordinate dalla Presidenza del Consiglio comunale di Faenza, dal Comitato antifascista per la democrazia e la libertà, dalla sezione faentina dell’Anpi, dall’associazione Cà di Malanca di studi e iniziative sulla lotta di liberazione in Emilia-Romagna e dall’Istituto storico della resistenza e dell’età contemporanea in Ravenna e Provincia.

(Annalaura Matatia)