Imola. Riprende con gradualità proprio prima delle festività natalizie, regolato dalle disposizioni emanate dal Comitato applicazione e verifica regole protocollo aziendale (già Unita di Crisi Covid19), l’accesso all’Istituto dei visitatori autorizzati (uno per ogni paziente). Il provvedimento allenta, seppur di poco ma ragionevolmente, le misure disposte lo scorso 13 novembre e sin qui prorogate stante l’aggravarsi del quadro pandemico nazionale e regionale.

La Medicina preventiva dell’Istituto sta effettuando i tamponi molecolari delle persone inserite nell’elenco fornito dai reparti. Alcuni parenti, fa sapere al proposito la Direzione Sanitaria, hanno comunicato che effettueranno il test in autonomia; con l’evidenza del referto negativo al triage il visitatore sarà comunque autorizzato all’ingresso. La persona di riferimento può essere “sostituita” ogni due settimane, periodo al termine del quale, anche in caso di richiesta della medesima figura, verrà effettuato nuovamente il tampone.

Volontari, consulenti alla pari e insegnanti rientreranno a Montecatone l’11 gennaio dopo aver eseguito, a inizio anno, il tampone. La Direzione Sanitaria ha infine reso noto che a oggi, 17 dicembre, a Montecatone è ospitato un solo paziente positivo che, in giornata, effettuerà il tampone del decimo giorno, segno dell’efficacia, così come avvenuto durante la prima fase, delle politiche di contenimento del virus tra gli ospiti della struttura.

Restano invariate le attività di Day Hospital e ambulatoriali con accesso riservato al solo paziente senza accompagnatore, tranne nei casi in cui la presenza di un accompagnatore sia ritenuta indispensabile. Identica regola per i pazienti esterni che si recano in Istituto per esami diagnostici di Tac e Risonanza Magnetica.