Patrick Zaky

Imola. Verità e giustizia per Giulio Regeni, libertà e giustizia per Patrick Zaki e stop a tutte le forniture militari, in corso o in previsione, per l’Egitto. Sono le richieste al centro della mobilitazione promossa dalla Rete Pace e Disarmo per sabato 19 dicembre, a cui ha aderito anche il Comitato Pace e Diritti del circondario imolese.
Dalle 11 alle 12 si terranno in tutta Italia, davanti ai municipi di molte città, manifestazioni e presidi, nel rispetto di tutte le regole per la limitazione della diffusione del contagio da Covid-19.
A Imola, alle 11, alcuni rappresentanti delle associazioni che fanno parte del Comitato Pace e Diritti si troveranno davanti al municipio per leggere un appello. Hanno confermato la loro presenza e condivisione aell’iniziativa il presidente del Circondario imolese, Matteo Montanari, e in rappresentanza del Comune di Imola, l’assessore alla Legalità e Cultura, Giacomo Gambi.
I risultati dell’inchiesta della procura di Roma che confermano le responsabilità degli apparati della sicurezza egiziana nel rapimento e tortura di Giulio Regeni, e le denunce delle organizzazioni umanitarie sugli oltre 1000, tra attivisti, dissidenti e oppositori politici morti nelle carceri egiziane senza un regolare processo, con più di 60mila prigionieri politici, non possono lasciare indifferenti e in silenzio.