Imola. Come preannunciato e voluto dal vescovo Giovanni Mosciatti in seguito alla Lettera di Papa Francesco dell’agosto 2018, anche in città è attivo, in locali forniti dalla Curia, il Servizio per la tutela dei minori e delle persone vulnerabili al quale si accede su prenotazione al numero 327715 3357 con mail: serviziotutela.diocesimola@gmail.com.

Chi si rivolgerà al servizio potrà contare su una persona (spesso una psicologa) laica, incaricata e competente a disposizione garantendo ascolto, riservatezza e trasparenza.

Ecco gli scopi principali: promuovere una cultura educativa dell’attenzione e della responsabilità per la protezione dei minori e delle persone vulnerabili; prevenire ogni possibile forma di abuso in ambito ecclesiale; fornire occasioni di formazione e informazione; sostenere la consapevolezzae la responsabilità degli operatori pastorali in ambito ecclesiale; ascoltare, accogliere, accompagnare la persona vittima di abuso o violenza, in collaborazione con autorità e istituzioni dello Stato e dei Comuni.

A Imola, come in ogni diocesi è attivo quindi un Centro di Ascolto al quale rivolgersi liberamente e gratuitamente per avere informazioni; per segnalare una condizione di abuso (fisica, psicologica, spirituale o violenza sessuale) in corso o subita, in ambito ecclesiale,anche a distanza di anni; per partecipare ad incontri formativi o informativi.

(m.m.)