Faenza. Seconda edizione del concorso di arti visive “La città del futuro”, ideato e promosso da Viaggi Erbacci, rivolto ai ragazzi seguiti dalle associazioni “Autismo Faenza” e “A mani libere”. L’iniziativa vuole stimolarli in un progetto, il cui frutto dovrà arricchire la livrea del Green-Go Bus.

In questa edizione un nuovo partner si è affiancato all’azienda faentina, la sezione manfreda dell’Avis, che, in cambio dello spazio sulla fiancata del bus elettrico della ditta Erbacci (che ospita la campagna informativa per incentivare le donazioni di sangue), ha stanziato una somma di denaro che Giorgio Erbacci ha interamente destinato ai vincitori del sopracitato concorso.

Tutti i ragazzi che hanno partecipato all’iniziativa sono stati premiati dal sindaco Massimo Isola. Questi i nomi dei vincitori: Matteo Piras, Marko Palma, Edoardo Terrasi, le sorelle Cristina e Gioia Gatta (che hanno presentato un unico lavoro) e Aran Pasi. I disegni dei ragazzi verranno ora trasformati in un’unica grande stampa che in questi giorni verrà applicata sulla fiancata del Green-Go Bus, l’unico esempio in Italia di mezzo di trasporto pubblico a trazione completamente elettrica, messo a disposizione gratuitamente della città e che oggi con due linee mette in collegamento il cento storico con altrettante zone della città.

“I disegni dei ragazzi a giorni arricchiranno la fiancata del Green-Go Bus e sulla base delle immagini, invieremo la richiesta a Lufthansa City Center, della quale Viaggi Erbacci fa parte, per la nomination del premio ‘Social award’, campagna pubblicitaria che viene indirizzata nei novanta Paesi nel mondo dove il network opera, con un gran rientro d’immagine per la nostra città. Viaggi Erbacci ha vinto il Social award già nel 2017 e con questa campagna ci riproviamo per l’edizione 2021. Anche questa volta, voluto essere al fianco delle famiglie di questi straordinari ragazzi con un contributo che potranno spendere in questi momenti di difficoltà per dare loro un raggio di luce. Mi piace sottolineare che questo concorso non ha visto un vincitore e un perdente ma sono stati tutti vincitori con i disegni che hanno realizzato ideando la città del futuro”, ha spiegato l’amministratore delegato della ditta Giorgio Erbacci.

(Annalaura Matatia)