L’ambulatorio Auser riaperto a Castel San Pietro grazie alla disponibilità di una giovane laureata in Infermieristica

Castel San Pietro (Bo). Da lunedì 28 dicembre, nella Casa della Salute in viale Oriani, ha riaperto i battenti l’ambulatorio Auser che effettua la misurazione della pressione arteriosa, iniezioni intramuscolari e medicazioni semplici, un servizio molto apprezzato, ad accesso diretto, senza prenotazione e gratuito, che era chiuso da circa un mese per garantire la salvaguardia della salute degli infermieri volontari, tutti ultrasessantenni.

La riattivazione di questo servizio è uno dei primi risultati raggiunti grazie alle nuove sinergie attivate dallo Sportello “Pronto Sindaco!”, istituito in questo periodo dal sindaco Fausto Tinti, per raccogliere esigenze e criticità segnalate da associazioni del territorio, attività produttive e commerciali, con l’obiettivo di mitigare, contenere e superare gli impatti sociali ed economici della pandemia in corso.

Nel primo incontro tenuto all’inizio di dicembre in videoconferenza, Graziella Montebugnoli, referente dell’Auser di Castello, aveva segnalato questa situazione di difficoltà e l’esigenza, soprattutto in questa particolare fase dell’emergenza epidemica, di reperire giovani volontari disponibili a collaborare al servizio. Nel giro di pochi giorni, si è offerta una giovane laureata in Infermieristica con abilitazione alla professione ed è stato così possibile riaprire l’ambulatorio per tre giorni alla settimana, lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 10,30.

“Durante il primo incontro di ‘Pronto Sindaco!”’con le realtà del terzo settore – spiega il primo cittadino – abbiamo ascoltato le esigenze di chi, ogni giorno, è schierato al fianco degli altri, in particolare i più fragili. Tra le criticità segnalate vi era proprio la forzata chiusura dell’ambulatorio Auser. Ci siamo subito attivati per reperire nuovi volontari, una ricerca che è tuttora in corso e che auspichiamo venga raccolta da giovani disponibili e con le competenze giuste. Castel San Pietro Terme è una città che ho sempre definito ricca e generosa e sono certo che anche questa volta ci dimostrerà il suo volto più prezioso. Ieri è partita finalmente la campagna vaccinale anti-Covid e con essa si è riaccesa la speranza. I vaccini saranno inoculati prima ai medici e al personale sanitario, poi al resto della popolazione secondo le fasce di priorità decise dal governo, a partire proprio dalla popolazione più anziana. Nel frattempo proviamo a stare al fianco dei nostri anziani, non facendo mancare loro questo essenziale servizio gratuito che hanno sempre dimostrato di apprezzare”.

“Ringrazio la nuova collaboratrice e faccio appello perché altri giovani castellani ci diano una mano a tenere aperto questo importante servizio – afferma Graziella Montebugnoli –. Ora è previsto tre giorni alla settimana, ma speriamo che si possa presto aprire tutti i giorni feriali e possano riprendere l’attività anche i nostri infermieri storici, che sono una decina fra Castel San Pietro Terme e Osteria Grande, e che ringraziamo per il servizio prezioso che svolgono da tanti anni. La riapertura dell’ambulatorio è stato per me il più bel regalo di Natale”. Tanti ringraziamenti anche da parte del presidente Giovanni Mascolo che ha comunicato la bella notizia al Direttivo Auser Volontariato Imola-ODV.

Per informazioni: Sede Auser Castel San Pietro via Mazzini 41, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 11 tel. 051 2812943.