Riceviamo e pubblichiamo

In merito ai fatti avvenuti presso la CrA di Via Venturini, come Associazione Valori Comuni esprimiamo il nostro totale disappunto nell’apprendere che in seguito alla ricezione di ben due email che denunciavano una gestione che appare non proprio conforme alle norme anticontagio Covid, scritte da due medici di Base che da anni avevano in cura gli ospiti della Casa di riposo, il sindaco e il direttore dell’Ausl di Imola non hanno vagamente pensato di approfondire le informazioni ricevute ma hanno semplicemente spostato il problema nominando e richiedendo un’unità di crisi…cercando così, a nostro avviso, goffamente di mettere a tacere i dissensi!

Ebbene senza girare troppo sull’argomento, la domanda che ci poniamo è: chi controlla i controllori?!?!?Come si fa a nominare in un’unità di crisi per la gestione di un focolaio Covid proprio quelle stesse figure che potrebbero non aver gestito in maniera impeccabile la fase preventiva e quindi potrebbero anche avere qualche responsabilità?

Ci chiediamo se in Regione chi di dovere è al corrente della situazione e se, come spesso accade in questi casi, metteranno tutto a tacere. Ebbene noi faremo in modo che la descrizione della situazione attuale corredata da testimonianze arrivi sui tavoli del Ministero e di tutti quegli enti preposti al controllo dell’applicazione delle misure poste in essere per il contrasto al Covid 19… Forse se non fossimo nel bel mezzo di una pandemia il silenzio in un periodo di festa avrebbe fatto meno rumore.

Ma tutti noi stiamo vivendo questo periodo con una soglia di allerta alta, proprio come in guerra, e a nostro avviso una Cra rappresenta un un luogo sensibile dove vi era la necessità di tenere maggiori precauzioni. Un focolaio di circa 80 malati tra operatori e ospiti non sono una cosa da niente, soprattutto se la situazione di criticità era stata precedentemente e prontamente denunciata al direttore dell’Ausl prima e poi al sindaco, che ricordiamo essere l’autorità posta a tutela della salute dei cittadini.

Ci duole anche sottolineare che i medici in questione sono stati prontamente sollevati dall’incarico… Richiediamo motivazione di tale atto all’unità di crisi nominata… Quale mancanza è da imputare loro? O semplicemente un eccesso di zelo e responsabilità professionale che mette in difficoltà chi, su quella gestione, avrebbe dovuto vigilare?

Valori Comuni intende informare attraverso un esposto-denuncia le istituzioni preposte al controllo in campo sanitario, al fine di tutelare i degenti, i familiari e gli operatori sanitari della struttura. Crediamo che i cittadini abbiano il diritto di ricevere risposte certe e chiare su una questione che al momento appare poco trasparente e nebulosa.

(Associazione Valori Comuni)