L’operatrice socio sanitaria dell’ospedale di Montecatone Sara Bellini mentre si vaccina

Imola Sfiora il 70% l’adesione dei dipendenti del Montecatone Rehabilitation Institute alla campagna di vaccinazione anti-Covid19 iniziata nel pomeriggio del 4 gennaio con le prime inoculazioni praticate al Medical Centre dell’autodromo “Enzo e Dino Ferrari”. Su indicazione della Direzione Sanitaria, i primi a usufruire dell’immunizzazione attiva sono gli operatori dell’Unità Spinale cui seguiranno quelli di Area Critica, delle altre Unità Operative e, infine, dall’Area Tecnico Amministrativa.

Soddisfazione è stata espressa dalla Direzione generale che nelle scorse settimane aveva sensibilizzato gli operatori ricordando che il personale sanitario, quando si contagia, fa male due volte: “A sé stesso e ai pazienti che hanno bisogno di cure”.

La percentuale di adesioni sin qui raggiunta potrebbe aumentare ulteriormente: gli operatori risultati positivi da inizio pandemia, infatti, si sono messi in stand-by in attesa di evidenze scientifiche tali da consigliare ugualmente, o meno, la vaccinazione.

Per la cronaca, la prima operatrice dell’Istituto a vaccinarsi è stata Sara Bellini, Operatrice socio-sanitaria dell’Unità Spinale del secondo piano.