Imola. Il consigliere della Lega Simone Carapia, che non è nella commissione Sanità convocata due volte nel giro di pochi giorni e i suoi colleghi di partito finora non gli hanno lasciato mai il posto come è possibile fare, è intervenuto furibondo nel consiglio comunale del 7 gennaio per ricordare che “nella Cra Venturini ci sono stati 23 decessi in meno di un mese, noi faremo un esposto alla Procura poiché a nostro avviso c’è stata promiscuità fra i pazienti. Vogliamo capire di chi è la responsabilità visto che la direzione generale dell’Ausl sembra attribuirla alla coop che ne ha la gestione”.

Dura la replica della presidente della commissione, Sonia Manaresi del Pd: “Nella commissione Sanità di fine dicembre, durata oltre tre ore, c’era anche la presidente di Seacoop Roberta Tattini, Carapia non c’era, ma i componenti della Lega non le hanno rivolto nessuna domanda specifica. Comunque non bisogna colpevolizzare il personale sanitario che sta lavorando con sacrifici estremi, anzi va ringraziato. Nessuno ha nascosto le criticità esistenti, ma diciamo no a cavalcare le paure”.

Per Imola Coraggiosa Filippo Samachini ha fatto notare che “Carapia potrebbe chiedere al suo partito di sostituire un componente nella commissione visto che non pare soddisfatto dalle domande che vengono fatte (interrotto più volte con un linguaggio virulento da Carapia, ndr). In ogni caso, è chiaro che se è stata istituita dai dieci sindaci del Circondario un’Unità di crisi sulla Cra Venturini, ci sono stati dei problemi e alcuni errori sono stati ammessi pure dal coordinatore dell’Unità Alberto Minardi. Anche noi, quando sarà finita la fase di emergenza, vogliamo guardare con attenzione cosa è successo in quella Casa di residenza per anziani. Ora bisogna lavorare a testa bassa per migliorare la situazione”.

Il capogruppo della Lega Daniele Marchetti ha dichiarato che “la presidente di Seacoop Tattini non ha risposto nemmeno a una domanda sulla Cra di via Venturini (abbiamo seguito le oltre tre ore della commissione Sanità, ma nessuno le ha chiesto nulla, ndr), l’unico è stato Minardi che ha parlato di qualche ‘leggerezza’. E poi le commissioni sono state convocate solo su nostra spinta. Per noi, è ora di correggere la direzione amministrativa e di gestione dell Casa di riposo”.

In ultimo, il sindaco Marco Panieri ha sottolineato cje “sono state fatte due lunghe commissioni Sanità nel giro di sei giorni e ne faremo ancora. Abbiamo deciso io e la Manaresi di suddividerle per focus specifici perché ritengo sia sbagliato convocare una commissione con 26 oratori. Non sono intervenuto nella commissione proprio per lasciare spazio ai consiglieri, se poi la Lega ha problemi interni non mi compete. Sono impegnato fino a notte inoltrata ogni giorno su tale emergenza, per tale motivo ho tenuto la delega alla Sanità in un momento difficile con una pandemia in pieno atto nel mondo. Ora, dopo aver ottenuto un buon numero di vaccini antinfluenzali, stiamo lottando per portare a breve da 5000 a 6000 le forniture di quelli anti-Covid in città. Quella della Lega è una polemica sterile”.

(m.m.)