Da sinistra, Matteo Montanari, Marco Panieri e Beatrice Poli

Imola. L’assemblea del Circondario ha eletto il sindaco di Imola, Marco Panieri, presidente del Nuovo Circondario Imolese. Nella stessa seduta sono stati eletti anche gli altri due componenti della giunta dell’ente, entrambi con il ruolo di vicepresidente: Matteo Montanari e Beatrice Poli. Il tutto era stato preannunciato da leggilanotizia.

Il presidente Panieri ha attribuito a Matteo Montanari le seguenti deleghe: Politiche sociali ivi compresa la delega per CTSS/M, Servizi informatici, Piano strategico/Partecipazione ed a Beatrice Poli le deleghe:  Montagna, Cultura, Pari Opportunità, Giovani e Legalità

Inoltre, nell’ottica della collaborazione amministrativa tesa a perseguire efficacemente il coordinamento delle politiche circondariali con quelle comunali, in relazione alle deleghe che il presidente riserva a sé, Panieri ha individuato quali propri referenti i sindaci, con le seguenti attribuzioni: Luca AlbertazziTurismo e Tributi; Claudio Franceschi Agricoltura; Gabriele Meluzzi – Servizi educativi (CISS/T),  rapporti con il GAL Appennino Bolognese; Nicola Tassinari – Ambiente (delega per Consiglio Atersir); Fausto Tinti – Sviluppo economico e Lavoro; Mauro Ghini – Parco, Attività venatoria, Protezione Civile; Alberto Baldazzi – Mobilità e Trasporto Pubblico locale.

Il presidente Panieri tiene per sé le deleghe relative a Urbanistica, Sanità, Sicurezza, Personale, Bilancio e Gestioni Associate.

Dunque, al vertice di via Boccaccio ora c’è un trio di giovani che si spera possano finalmente mettere in condizione di funzionare al meglio un Ente negli ultimi anni opaco e poco efficace.

“In primo luogo voglio ringraziare il sindaco Matteo Montanari per la competenza e la passione con cui ha guidato il Circondario nel suo anno di presidenza, particolarmente delicato, vista la pandemia. Proprio partendo da questa situazione, il futuro dovrà vederci fortemente impegnati nella piena collaborazione e dialogo fra tutti i Comuni. A questo proposito ringrazio fin da ora tutti i sindaci che sono chiamati a guidare le prossime sfide, a cominciare dal dare continuità al percorso di riorganizzazione del personale e delle gestioni associate e dal rafforzare il ruolo di un territorio che dovrà vedere una sinergia sempre più stretta non solo fra i dieci Comuni del Circondario, ma anche in rapporto con la Città Metropolitana e la Regione”, sottolinea il neo presidente Marco Panieri.

Da parte sua Matteo Montanari, oggi vice presidente, dopo aver ricoperto la carica di presidente per un anno esatto, che ha coinciso con l’emergenza Covid -19, afferma:  “I prossimi anni saranno fondamentali per far fare un salto di qualità al nostro territorio sulla pianificazione territoriale, sulle politiche socio-sanitarie e per tenere coeso il Circondario, in particolare a supporto dei Comuni più piccoli”.

(m.m.)