La zona vicina a dove è avvenuto il suicidio la mattina del 10 gennaio
(Nikophoto)

Imola. Un uomo di 83 anni si è suicidato verso le 11 di mattina del 10 gennaio in una domenica gelida resa triste dal nevischio, sul Lungofiume vicino a via Graziadei, non lontano dalla rotondina prima del palaRuggi andando verso Bologna. Evidentemente, non si è trattato di un gesto improvviso di scoramento.

Infatti, l’83enne si era portato con sè una scala e una corda. E’ salito sui gradini, ha allacciato la corda al ramo di uno dei tanti alberi ora spogli di foglie nella zona, poi ha mollato la scala e si è lasciato dondolare. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e una volante della polizia che ha effettuato i rilievi. Aveva perso la moglie alcuni mesi fa e la solitudine, specie in tempi di Coronavirus, pesa molto.