Imola. La Fondazione Cassa di Risparmio di Imola ha donato all’Ausl un apparecchio radiologico telecomandato digitale per la Radiologia di Urgenza installato la settimana scorsa al piano terra dell’area Pronto Soccorso. Una donazione che nasce da una necessità impellente per la Radiologia di Urgenza dell’Ospedale sorta nell’ottobre scorso a causa di un blocco non riparabile del telecomandato radiologico esistente.

“Il ringraziamento al presidente Rodolfo Ortolani e a tutto il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola è particolarmente sentito in questo specifico caso anche per la rapidità di risposta alla grossa criticità che ci si è presentata con il blocco della macchina esistente, peraltro in una situazione emergenziale come quella che stiamo vivendo e che vede la radiologia toracica tra i più essenziali esami diagnostici nella clinica del sospetto Covid – ha spiegato Andrea Rossi, direttore generale dell’Ausl di Imola –. La Fondazione Carimola ha infatti sempre garantito un fondamentale supporto alla sanità locale, in modo costante e programmato, ma in questo caso è intervenuta in emergenza, rispondendo in tempo reale all’appello della nostra Azienda. La presenza di un telecomandato radiologico nell’area di Pronto Soccorso è fondamentale per garantire, 24 ore su 24, ogni giorno dell’anno, una moltitudine di esami radiografici urgenti, senza che ciò interferisca e rallenti le attività svolte dall’ulteriore diagnostica presente in Azienda e dedicata ad esami programmati per persone ricoverate e per esterni”.

“È missione della Fondazione esser al fianco della comunità. Ancor più in situazioni come quella in cui ci si è trovati ad ottobre. La rapidità di decisione è il frutto di una forte coesione degli organi, oltremodo sensibili a queste necessità – ha dichiarato il presidente Fondazione Rodolfo Ortolani -. In particolare, la Commissione Medica interna della Fondazione ha immediatamente condiviso la necessità e l’opportunità di questo importantissimo intervento. Da anni sviluppiamo una proficua collaborazione con la direzione dell’Ausl di Imola, al fine di incrementare il livello di servizio reso. Qualità delle apparecchiature, coerenza di scelte in funzione dei reali bisogni rappresentano le linee guida delle priorità”.

La nuova attrezzatura, del valore di 182mila euro, consente una ottimale esecuzione di tutte le proiezioni radiografiche e tomografiche nelle diverse posizioni, per esami rapidi e accurati in diversi campi applicativi: pronto soccorso, pediatria, gastroenterologia, ortopedia. Costituisce pertanto un upgrade qualitativo importante, grazie al detettore digitale che garantisce la migliore qualità di immagine, ma anche per la particolare ergonomia d’uso, che permette una funzionalità interventistica, con visione radiografica real time anche in situazione dinamica.