Giornata contrassegnata ancora da molti decessi: 524 (ieri 603), l’indice di positività torna a crescere: 4,9% contro il 4,1% di 24 ore fa, 13.571 i contagi. In Emilia Romagna i positivi sono 1.090 con un indice di positività in crescita al 5,3% (ieri era al 4,3%), 65 i decessi. Nell’Ausl di Imola nessun decesso e calo importante dei positivi: 6 (contro i 19 di ieri).

Aggiornamento Italia ore 12 del 20 gennaio. I casi odierni sono 13.571 (ieri 10.497), la somma di tamponi molecolari e antigenici rapidi è 279.262 (ieri 254.070). I decessi da inizio pandemia sono 83.681, i casi complessivi 2.414.166, in calo gli attuali positivi 523.553 (in giornata – 11.971). In calo i ricoverati nelle terapie intensive: -26 per un totale di 2.461. In calo i ricoverati con sintomi: 22.469 (- 230), i guariti odierni sono 25.015 per un totale di 1.806.932.

In Emilia Romagna 65 i decessi nelle ultime 24 ore (75 ieri). I positivi sono 1.090 (ieri 1.034), con 20.646 tamponi totali (ieri 23.652). I guariti sono 1.685 con un calo dei casi attivi totali: 52.579 (- 659 rispetto a ieri).

I casi in Italia

Aumento delle regioni con contagi sopra quota mille: Lombardia 1.876 (ieri 930), Sicilia 1.486 (1.641), Veneto 1.359 (957), Lazio 1.281 (1.100), Puglia 1.159 (850), Emilia Romagna 1.090 (1.034).

La situazione di ieri >>>>

La situazione in Italia in tempo reale >>>>

Le vaccinazioni in Emilia Romagna >>>>

Le vaccinazioni in Italia >>>>

La situazione nell’Ausl di Imola

Su 133 tamponi molecolari e 228 antigenici rapidi sono solo 6 i nuovi casi positivi registrati dall’Ausl di Imola, di cui 4 asintomatici e 2 sintomatici. 3 persone sono state individuate tramite tracciamento, una con test pre ricovero. 2 erano già isolate ed una è riferibile a focolaio già noto. 22 sono i guariti e non si registrano decessi.

Sono 6465 i casi totali da inizio pandemia e 788 i casi attivi.

Rallentamento anche per i ricoveri: 26 i Covid ordinari, 5 in ECU, 13 in OsCo e 15 in terapia intensiva.

I dati dell’ultima settimana hanno certamente visto un miglioramento della situazione generale sul territorio, ma è necessario ancora una volta raccomandare di non abbassare la guardia e di essere molto rigorosi nel rispetto delle misure di distanziamento e protezione (mascherine, disinfezione mani e superfici) perché i dati di incidenza generali raccontano ancora di una diffusa circolazione del virus e i modelli parlano dell’avvicendamento rapido di una terza ondata di contagi. Solo il comportamento responsabile di ognuno e di tutti potrà permettere di ridurre una nuova crescita del contagio mentre si procede alle vaccinazioni che, anche ieri, nonostante il necessario contingentamento del vaccino in attesa della regolare ripresa delle consegne in tutto il Paese, sono state effettuate su ospiti ed operatori di residenze per anziani (41 prime dosi). Il totale di prime dosi a ieri è di 2757, il ciclo vaccinale è stato completato su 25 persone e da domani si avvieranno le vaccinazioni di seconda dose sugli operatori vaccinati il 31 dicembre scorso.

La situazione in regione

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 205.261 casi di positività, 1.090 in più rispetto a ieri, su un totale di 20.646 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 5,3%.

Alle 15 di oggi risultano somministrati complessivamente 121.145 vaccini. Si ricorda che, a causa dei tagli pari a circa il 50% delle dosi fornite questa settimana – decisa autonomamente da Pfizer-BioNtech – anche per i prossimi giorni in Emilia-Romagna la priorità è data ai richiami, con la somministrazione della seconda dose a chi ha ricevuto la prima, e ai degenti delle Cra.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 522 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 257 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 599 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 46,5 anni.

Sui 522 asintomatici, 352 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 63 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 17 con gli screening sierologici, 26 tramite i test pre-ricovero. Per 64 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Rimini con 190 nuovi casi, seguita da Reggio Emilia (155), Bologna (145), Forlì (138) e Ravenna (112); quindi Modena (97), Ferrara (64), Piacenza (62), Cesena (61), Parma (60). Infine, Imola (6).

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 15.196 tamponi molecolari, per un totale di 2.835.888. A questi si aggiungono anche 318 test sierologici e 5.450 tamponi rapidi.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.685 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 143.747.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 52.579 (-659 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 49.859 (-628), il 95% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 64 nuovi decessi: 8 a Piacenza (4 donne – di 56, 81, 87 e 90 anni – e 4 uomini, di 78, 81, 90, 91 anni); 1 in provincia di Parma (un uomo di 67 anni); 5 a Reggio Emilia (3 donne – di 53, 80, 82 anni – e 2 uomini di 87 e 91 anni, quest’ultimo deceduto a Modena); 8 nel modenese (3 donne – di 63, 83 e 85 anni – e 5 uomini, rispettivamente di 52, 67, 2 di 74, 93 anni); 21 in provincia di Bologna (10 donne: una di 56, una di 79 anni, 2 di 86 – di cui una deceduta a Ferrara – , poi 88, 90, 92, 2 di 98, una di 99 anni; e 11 uomini: 54, 65, 76, 2 di 78, 83, 86, 87, 90, 2 di 97 anni); 6 nel ferrarese (5 donne – rispettivamente di 76, 85, 94, 95, 100 anni – e un uomo di 86 anni); 10 in provincia di Ravenna (3 donne – di 75, 87 e 92 anni – e 7 uomini, rispettivamente di 73, 74, 78, 85, 87, 88, 90 anni); 1 a Forlì-Cesena (un uomo di 91 anni); 4 nel riminese (2 donne, di 80 e 90 anni, e 2 uomini, di 68 e 74 anni).

In seguito a verifica sui dati comunicati nei giorni scorsi, è stato eliminato 1 decesso dalla provincia di Ravenna, in quanto non riconducibile al Covid. In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 8.935.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 230 (-2 rispetto a ieri), 2.490 quelli negli altri reparti Covid (-29).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 17 a Piacenza (invariato rispetto a ieri), 15 a Parma (-1), 18 a Reggio Emilia (-1), 46 a Modena (-2), 44 a Bologna (+2), 15 a Imola (+2), 29 a Ferrara (+1), 14 a Ravenna (-2), 1 a Forlì (-2), 5 a Cesena (invariato) e 26 a Rimini (+1).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 17.654 a Piacenza (+62 rispetto a ieri, di cui 30 sintomatici), 14.564 a Parma (+60, di cui 37 sintomatici), 27.429 a Reggio Emilia (+155, di cui 53 sintomatici), 36.501 Modena (+97, di cui 70 sintomatici), 40.620 a Bologna (+145, di cui 74 sintomatici), 6.465 casi a Imola (+6, di cui 2 sintomatici), 11.606 a Ferrara (+64, di cui 25 sintomatici), 15.646 a Ravenna (+112, di cui 62 sintomatici), 7.497 a Forlì (+138, di cui 98 sintomatici), 8.495 a Cesena (+61, di cui 46 sintomatici) e 18.784 a Rimini (+190, di cui 71 sintomatici).