Imola. Gli rubano l’auto a 101 anni, ma i carabinieri gliela ritrovano. E’ successo poco dopo la mezzanotte del 19 gennaio a Imola, quando una pattuglia del Nucleo Operativo Radiomobile, impegnata nei servizi di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, ha ingaggiato un inseguimento con un soggetto alla guida di una Chevrolet Aveo che non si era fermato all’alt dei militari che lo volevano controllare in via Pirandello per verificare se fosse stato in possesso delle motivazioni richieste dalla normativa vigente per spostarsi durante il cosiddetto “coprifuoco notturno”.

Invece di fermarsi ed esibire i documenti, l’automobilista ha accelerato improvvisamente dirigendosi in direzione di via Venturini, dove ha abbandonato l’auto, è sceso ed è fuggito, riuscendo a dileguarsi all’interno del parco dell’Osservanza. Nonostante la fuga, i militari, sono riusciti a identificare il conducente in un 34enne marocchino, un soggetto senza fissa dimora e gravato da precedenti di polizia. L’uomo è stato denunciato per ricettazione perché la Chevrolet Aveo che stava guidando, era stata rubata domenica 17 gennaio a un anziano imolese che l’aveva parcheggiata in via Leopardi.

I carabinieri hanno restituito l’auto al legittimo proprietario, imolese classe 1919 che li ha ringraziati.