La situazione si presenta ancora preoccupante in gran parte del mondo. Dagli Stati Uniti arriva la notizia che i morti per covid superano quelli della seconda guerra mondiale, mentre in Europa cresce la preoccupazioni per le numerose varianti con le quali il virus si propaga. In Italia la giornata è contrassegnata da 521 decessi (ieri 524), con un indice di positività ancora in crescita: 5,2% contro il 4,9% di 24 ore fa, 14.078 i contagi. In Emilia Romagna i positivi sono 1.320 con un indice di positività in crescita al 6% (ieri era al 5,3%), 73 i decessi. Nell’Ausl di Imola nessun decesso, ma ricrescono i contagi: 41 dopo i 6 di ieri.

Aggiornamento Italia ore 12 del 21 gennaio. I casi odierni sono 14.078 (ieri 13.571), la somma di tamponi molecolari e antigenici rapidi è 267.567 (ieri 279.262). I decessi da inizio pandemia sono 84.202, i casi complessivi 2.428.221, in calo gli attuali positivi 516.568 (in giornata – 6.985). In calo i ricoverati nelle terapie intensive: – 43 per un totale di 2.418, così come i ricoverati con sintomi: 22.045 (- 424), i guariti odierni sono 20.519 per un totale di 1.827.451.

In Emilia Romagna 73 decessi nelle ultime 24 ore (65 ieri). I positivi sono 1.320 (ieri 1.090), con 21.949 tamponi totali (ieri 20.646). I guariti sono 1.787 con un calo dei casi attivi totali: 52.037 (- 540 rispetto a ieri).

I casi in Italia

Anche oggi la Lombardia risulta la regione con più casi: 2.234 (ieri 1.876), seguono Emilia Romagna 1.320 (1.090), Lazio 1.303 (1.281), Puglia 1.275 (1.159), Sicilia 1.230 (1.486), Campania 1.215 (968), Veneto 1.003 (1.359).

La situazione di ieri >>>>

La situazione in Italia in tempo reale >>>>

Le vaccinazioni in Emilia Romagna >>>>

Le vaccinazioni in Italia >>>>

La situazione nell’Ausl di Imola

Su 303 tamponi molecolari e 197 antigenici rapidi sono 41 i nuovi casi positivi registrati dall’Ausl di Imola, di cui 14 asintomatici e 27 sintomatici. 14 persone sono state individuate tramite tracciamento, 15 erano già isolate e 2 sono riferibili a focolaio già noto. 52 sono i guariti e non si registrano decessi. Sono 6506 i casi totali da inizio pandemia e 777 i casi attivi. 21 sono i ricoveri Covid ordinari, 5 in ECU, 11 in OsCo e 14 in terapia intensiva.

Vaccinazioni

Nella giornata di ieri non si sono effettuate vaccinazioni ma, diversamente da quanto atteso, Pfizer ha consegnato all’Ausl di Imola la confezione di vaccini programmata (195 flaconi pari a circa 1170 dosi), pertanto da domani si procederà al completamento della vaccinazione con prima dose di ospiti ed operatori delle residenze per anziani. Intanto oggi riceveranno la seconda dose vaccinale gli operatori sanitari che hanno avviato il ciclo il 31 dicembre scorso. Il totale di prime dosi a ieri resta 2757, le secondi dosi già eseguite sono 25.

La situazione in regione

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 206.578 casi di positività, 1.320 in più rispetto a ieri, su un totale di 21.949 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 6%.

Alle 15.30 sono state somministrate complessivamente 123.265 dosi. Si ricorda che, a causa dei tagli pari a circa il 50% delle dosi fornite questa settimana – decisa autonomamente da Pfizer-BioNtech – anche per i prossimi giorni in Emilia-Romagna la priorità è data ai richiami, con la somministrazione della seconda dose a chi ha ricevuto la prima, e ai degenti delle Cra.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 597 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 388 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 628 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 45 anni.

Sui 597 asintomatici, 362 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 91 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 5 con gli screening sierologici, 28 tramite i test pre-ricovero. Per 111 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 260 nuovi casi; a seguire Modena (216), Reggio Emilia (144), Rimini (127), Ravenna (109), Forlì (94), Ferrara (90). Poi la provincia di Parma (85), quindi le province di Piacenza e Cesena (77) e infine Imola (41).

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 16.049 tamponi molecolari, per un totale di 2.851.937. A questi si aggiungono anche 576 test sierologici e 5.900 tamponi rapidi.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.787 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 145.533.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 52.037 (-540 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 49.363 (-494), il 94,9% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 73 nuovi decessi: 8 a Piacenza (3 donne – di 84, 96 e 98 anni– e 5 uomini, di 78, 80, 81, 94 e 95 anni); 3 in provincia di Parma (una donna di 84 e due uomini, rispettivamente di 68 e 84 anni); 5 a Reggio Emilia (due donne – di 83 e 85 anni – e tre uomini di 67, 77 e 96 anni,);11 nella provincia di Modena (8 donne – due di 71 anni, una di 82, una di 85, due di 88, una di 89 e una 90enne – e tre uomini, rispettivamente di 69, 85 e 86 anni); 20 in provincia di Bologna (13 donne: una di 51, una di 77 anni, una di 78, una di 84, una di 88, una di 89, 2 di 90, poi una di 91, due di 92, una di 99 e una di 106 anni; e 7 uomini: 71, 72, 85, 88, 90, 95 e 98 anni); 6 nel ferrarese (tre donne – rispettivamente di 83, 84, 85 anni– e tre uomini di 73, 80 e 95 anni); 8 in provincia di Ravenna (4 donne – di 69, 74, 89, 92 anni – e 4 uomini, rispettivamente di 64, 66, 81 e 94 anni); nella provincia di .a Forlì-Cesena (due donne di 78 e 96 anni; tre uomini di 71, 86, e 96 anni); 6 nel riminese (tre donne, di 80, 89 e 91 anni, e tre uomini, di 81, 83 e 94 anni). Infine, si segnala il decesso di una donna di 91 anni diagnosticata dall’Ausl di Piacenza ma residente in provincia di Lodi.

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 9.008.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 218 (-12 rispetto a ieri), 2.456 quelli negli altri reparti Covid (-34).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti:17 a Piacenza (numero invariato rispetto a ieri), 14 a Parma (-1), 19 a Reggio Emilia (+1), 43 a Modena (-3), 41 a Bologna (-3), 14 a Imola (-1), 26 a Ferrara (-3), 11 a Ravenna (-3), nessun ricoverato a Forlì (come ieri),5 a Cesena (invariato) e 28 a Rimini (+2).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 17.731 a Piacenza (+77 rispetto a ieri, di cui 45 sintomatici), 14.649 a Parma (+85, di cui 52 sintomatici), 27.573 a Reggio Emilia (+144, di cui 61 sintomatici), 36.716 Modena (+216, di cui 120 sintomatici), 40.878 a Bologna (+260, di cui 135 sintomatici), 6.506 casi a Imola (+41, di cui 27 sintomatici), 11.696 a Ferrara (+90, di cui 31 sintomatici), 15.755 a Ravenna (+109, di cui 66 sintomatici), 7.591 a Forlì (+94, di cui 72 sintomatici), 8.572 a Cesena (+77, di cui 52 sintomatici) e 18.911 a Rimini (+127, di cui 62 sintomatici).