Entro domenica ci sarà la nuova definizione delle zone di appartenenza delle singole regioni, l’ordinanza è attesa nelle prossime ore. I dati in miglioramento potrebbe far passare l’Emilia Romagna, assieme a Calabria e Veneto, in zona gialla, aggiungendosi a quelle che lo sono attualmente. A rischio rosso Provincia di Bolzano e Sicilia, per le restanti la zona arancione.

In giornata l’indice di positività a livello nazionale resta fermo al 5,2%. poco sopra al 5,18% di 24 ore fa. Leggermente in calo i contagi: 14.372, 492 i morti. In Emilia Romagna i positivi tornano sopra quota mille: 1.256, i decessi sono 56, l’indice di positività sale al 4,3% (ieri era al 3,9%). Un decesso nel territorio imolese: un cittadino di Imola di 79 anni ospite della struttura Cassiano-Tozzoli, 38 nuovi casi (ieri 60).

Aggiornamento Italia ore 12 del 28 gennaio. I casi odierni sono 14.372 (ieri 15.204), con 275.179 tamponi (ieri 293.770). I decessi da inizio pandemia sono 87.381, i casi complessivi 2.515.507, ancora in discesa gli attuali positivi 474.617 (in giornata – 3.352). In calo anche le terapie intensive: – 64 per un totale di 2.288 e i ricoverati con sintomi: 20.778 (- 383), i guariti odierni sono 17.220 per un totale di 1.953.509.

In Emilia Romagna 56 decessi nelle ultime 24 ore (38 ieri). I positivi sono 1.256 (ieri 923), con 29.181 tamponi totali (ieri 23.751). I guariti sono 1.774, calano, quindi, i casi attivi totali (differenza tra nuovi positivi e guariti nelle 24 ore): 47.539 (-565 rispetto a ieri).

I casi in Italia

Il Veneto torna sotto quota mille: 572 dopo i 2.385 di ieri), la Lombardia è la regione con il numero più alto di contagi: 2.603 (ieri 2.293), Campania 1.313 (1.178), Emilia Romagna 1.265 (923), Lazio 1.263 (1.338), Puglia 1.159 (1.233), Piemonte 1.062 (821). Tutte le altre regioni restano sotto quota mille contagiati nelle 24 ore.

La situazione di ieri >>>>

La situazione in Italia in tempo reale >>>>

Le vaccinazioni in Emilia Romagna >>>>

Le vaccinazioni in Italia >>>>

La situazione nell’Ausl di Imola

Su 303 tamponi molecolari e 308 antigenici rapidi sono 38 i nuovi casi positivi registrati dall’Ausl di Imola, di cui 19 asintomatici e 19 sintomatici. 17 persone sono state individuate tramite tracciamento e 2 test per test categoria. 16 persone erano già isolate. 17 sono i guariti. Sono 6788 i casi totali da inizio pandemia e 710 i casi attivi. Sono 27 i ricoveri Covid ordinari, 7 in ECU, 12 in OsCo e 14 in Terapia intensiva.

Nella giornata di ieri sono state effettuate 60 seconde dosi di vaccino (totale 594) e 73 prime dosi (3051).

Sperimentazione di screening del Sars-Cov-2

Nella giornata di oggi l’Azienda USL di Imola ha inoltre avviato un intervento sperimentale di screening del Sars-Cov-2 attraverso test di terza generazione ad immunofluorescenza con lettura in microfluidica su studenti, docenti e personale dell’Istituto scolastico Alberghetti. L’obiettivo dell’intervento sperimentale è quello di testare la metodica su collettività numerose, pertanto l’Alberghetti, Istituto scolastico imolese con il più alto numero di studenti, è stato considerato un setting ideale, che permetterà di testare circa 1500 studenti (liceo, istituto tecnico, istituto professionale, studenti dei corsi serali). La logistica dell’istituto e la tempestiva disponibilità della dirigenza per il disbrigo delle pratiche amministrative, oltre all’ampia apertura giornaliera del plesso, consentiranno di effettuare lo screening agevolmente, con il rigoroso mantenimento delle misure di distanziamento e prevenzione del contagio e in tempi rapidi (l’intervento di chiuderà entro 10 giorni). Sulla base degli esiti di questa esperienza, si valuterà la replicabilità in altri contesti scolastici e comunitari.

La situazione in regione

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 214.754 casi di positività, 1.265 in più rispetto a ieri, su un totale di 29.181 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 4,3%.

In merito alla mappa dei contagi pubblicata oggi dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc), già resa nota nei giorni scorsi, si ribadisce che l’Emilia-Romagna è ben al di sotto della soglia indicata dall’Europa stessa di 500 casi di positività ogni 100mila abitanti oltre la quale si viene indicate come zone ‘rosso scuro’ – nella nostra regione è stata di 205 su 100mila abitanti nella settimana dal 18 al 24 gennaio – e che le colorazioni indicate non comportano alcuna conseguenza pratica, né nuove restrizioni da dover rispettare per chi dall’Emilia-Romagna si debba spostare in un Paese europeo, fermo restando il pieno rispetto delle precauzioni già in vigore.

Alle ore 16.30 sono state somministrate complessivamente 160.311 dosi, di cui 7.695 oggi; sul totale, 34.513 sono seconde dosi, cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

Si ricorda che, a causa dei tagli pari a circa il 50% delle dosi fornite la scorsa settimana – decisa autonomamente da Pfizer-BioNtech – anche per i prossimi giorni in Emilia-Romagna la priorità è data ai richiami, con la somministrazione della seconda dose a chi ha ricevuto la prima, e ai degenti delle Cra.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 517 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 373 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 642 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 44,9 anni.

Sui 517 asintomatici, 374 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 58 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 9 con gli screening sierologici, 8 tramite i test pre-ricovero. Per 68 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 261 nuovi casi; poi Reggio Emilia (194), Modena (169), Rimini (164); seguono Ferrara (90), Forlì (89), Cesena (77), Ravenna (66), Parma (60) e Piacenza (57), infine Imola (38).

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 19.798 tamponi molecolari, per un totale di 2.949.484. A questi si aggiungono anche 326 test sierologici e 9.383 tamponi rapidi.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.774in più rispetto a ieri e raggiungono quota157.852.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 47.539 (-565 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 45.088 (-526), il 94,8% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 56 nuovi decessi: 3 a Piacenza (due donne di 86 e 94 anni, e un uomo di 85); 4 in provincia di Parma (due donne di 85 anni e due uomini, rispettivamente di 70 e 71 anni); 10 a Reggio Emilia (cinque donne – di 77, 88, 90, 92 e 94 anni – e cinque uomini – di 43, 79, 83, 88 e 92 anni); 11 nella provincia di Modena (sette donne – una di 76, due di 85, una di 86, una di 88, una di 89 e una di 97 anni – e quattro uomini: uno di 68, due di 74, e uno di 84 anni); 5 in provincia di Bologna (due donne di 90 e 98 anni, e tre uomini di 79, 85 e 93 anni); 5 nel ferrarese (quattro donne: una di 87, una di 94, due di 97 anni, e un solo uomo di 78 anni); 9 in provincia di Ravenna (cinque donne: una di 58 anni, una di 78 anni, una di 83 e due 90enni; quattro uomini rispettivamente di 78, 82, 83 e 85 anni); 4 in provincia di Forlì-Cesena (due donne di 75 e 91 anni, e due uomini di 73 e 87 anni ); 5 nel riminese (due donne di 51 e 67 anni, e tre uomini di 53, 72 e 85 anni).

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 9.363.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 209 (-1 rispetto a ieri), 2.242 quelli negli altri reparti Covid (-38).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 17 a Piacenza (-1), 15 a Parma (-1), 19 a Reggio Emilia (+1), 43 a Modena (+1), 39 a Bologna (-2), 14 a Imola (numero invariato rispetto a ieri), 25 a Ferrara (-1), 10 a Ravenna (-1), 1 a Forlì (+1), 3 a Cesena (invariato) e 23 a Rimini (+2).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi:18.211 a Piacenza (+57 rispetto a ieri, di cui 33 sintomatici), 15.087 a Parma (+60, di cui 36 sintomatici), 28.583 a Reggio Emilia (+194, di cui 82 sintomatici), 37.885 a Modena (+169, di cui 108 sintomatici), 42.434 a Bologna (+261, di cui 184 sintomatici), 6.788 casi a Imola (+38, di cui 19 sintomatici), 12.394 a Ferrara (+90, di cui 32 sintomatici), 16.347 a Ravenna (+66, di cui 37 sintomatici), 8.051 a Forlì (+89, di cui 54 sintomatici), 9.121 a Cesena (+77, di cui 63 sintomatici) e 19.853 a Rimini (+164, di cui 100 sintomatici).

Rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi, sono stati eliminati 2 casi, positivi a test antigenico ma non confermati dal tampone molecolare. Sono stati inoltre eliminati 10 casi, sempre comunicati in precedenza, in quanto giudicati non Covid-19.