L’indice Rt nazionale per la seconda settimana consecutiva resta sotto all’1: precisamente 0,84 in calo rispetto allo 0.97 di una settimana fa. In pratica tutte le regioni, ad esclusione del Molise, hanno un indice di replicazione della malattia medio sotto all’1. Da qui la richiesta, per chi non lo è, di un passaggio in zona gialla. Ora si attendono le decisioni del ministro Speranza per sapere se vi sarà un allentamento della stretta già a partire da questa domenica.

La giornata intanto ci dice che l’indice di positività (rapporto tra positivi e tamponi totali effettuati) continua la sua altalena, oggi scende al 5,05% dopo il 5,2% di 24 ore fa. Leggermente in calo i contagi: 13.574, i morti sono 477. In Emilia Romagna i positivi sono 1.320, i decessi sono 65, l’indice di positività ancora in salita al 5,7% (ieri era al 4,3%). Un decesso nel territorio imolese: una cittadina imolese di 69 anni (non era ospite della struttura per anziani). 49 nuovi casi (ieri 38).

Aggiornamento Italia ore 12 del 29 gennaio. I casi odierni sono 13.574 (ieri 14.372), con 268.750 tamponi (ieri 275.179). I decessi da inizio pandemia sono 87.858, i casi complessivi 2.529.070, ancora in discesa gli attuali positivi 467.824 (in giornata – 6.793). In calo anche le terapie intensive: – 18 per un totale di 2.270 e i ricoverati con sintomi: 20.397 (- 381), i guariti odierni sono 19.879 per un totale di 1.973.388.

In Emilia Romagna 65 decessi nelle ultime 24 ore (56 ieri). I positivi sono 1.320 (ieri 1.256), con 23.361 tamponi totali (ieri 29.181). I guariti sono 1.447, calano i casi attivi totali (differenza tra nuovi positivi e guariti nelle 24 ore): 47.345 (- 192 rispetto a ieri).

I casi in Italia

La Lombardia è la regione con il numero più alto di contagi: 1.900 (ieri 2.603), seguono Emilia Romagna 1.320 (1.265), Campania 1.175 (1.313), Lazio 1.160 (1.263), Puglia 1.069 (1.159). Tutte le altre regioni restano sotto quota mille contagiati nelle 24 ore.

La situazione di ieri >>>>

La situazione in Italia in tempo reale >>>>

Le vaccinazioni in Emilia Romagna >>>>

Le vaccinazioni in Italia >>>>

La situazione nell’Ausl di Imola

Su 239 tamponi molecolari e 84 antigenici rapidi sono 49 i nuovi casi positivi registrati dall’Ausl di Imola, di cui 20 asintomatici e 29 sintomatici. 19 persone sono state individuate tramite tracciamento. 14 persone erano già isolate e 2 sono riferibili a focolai già noti. 46 sono i guariti. Sono 6837 i casi totali da inizio pandemia e 712 i casi attivi. Sono 28 i ricoveri Covid ordinari, 7 in ECU, 11 in OsCo e 14 in Terapia intensiva.

Nella giornata di ieri sono state effettuate 155 seconde dosi di vaccino (totale 749) e 29 prime dosi (3080).

La situazione in regione

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 216.065 casi di positività, 1.320 in più rispetto a ieri, su un totale di 23.361 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 5,7%.

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa prima fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani. Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 175.621 dosi, di cui 6.701 oggi; sul totale, 45.393 sono seconde dosi, cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

Si ricorda che, a causa dei tagli pari a circa il 50% delle dosi fornite la scorsa settimana – decisa autonomamente da Pfizer-BioNtech – anche per i prossimi giorni in Emilia-Romagna la priorità è data ai richiami, con la somministrazione della seconda dose a chi ha ricevuto la prima, e ai degenti delle Cra.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 561 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 397 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 579 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 45,4 anni.

Sui 561 asintomatici, 346 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 48 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 22 con gli screening sierologici, 12 tramite i test pre-ricovero. Per 133 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 272 nuovi casi; poi Modena (233), Reggio Emilia (164), Rimini (130); seguono Ferrara (102), Parma (101), il territorio di Cesena (82), Ravenna (80), l’area di Forlì (58), infine Piacenza (49) e il circondario di Imola (49).

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 14.448 tamponi molecolari, per un totale di 2.963.932. A questi si aggiungono anche 135 test sierologici e 8.913 tamponi rapidi.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.447 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 159.293.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 47.345 (-192 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 44.964 (-122), il 95% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 65 nuovi decessi: 20 a Bologna (11 uomini di 70, 73, 79, 81, 82, 84, 87, 88, 90, 91 e 95 anni e 9 donne di cui due di 69 anni, due di 85 e le restanti di 72, 79, 82, 83 e 87 anni), 12 in provincia di Forlì-Cesena (8 uomini di 51, 54, 63, 84, 86, 89, 95 e 98 anni e 4 donne di 84, 86, 87 e 91 anni), 9 a Reggio Emilia (6 donne di cui due di 87 anni e le restanti di 76, 81, 86 e 92 anni e tre uomini di 82, 88 e 90 anni), 7 a Ravenna (4 donne di 80, 82, 92 e 95 anni e 3 donne di 80, 90 e 95 anni), 6 a Ferrara (5 donne di cui due di 89 anni e le altre di 86, 90 e 92 anni e 1 uomo di 91 anni), 5 a Modena (3 uomini di cui due di 86 anni e uno di 81 anni e 2 donne di 90 e 92 anni), 4 a Piacenza (2 donne di 77 e 94 anni e 2 uomini di 88 e 91 anni), 2 a Parma (2 uomini di 67 e 72 anni). Non si registrano decessi in provincia di Rimini.

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 9.427.

In seguito a verifica sui dati comunicati nei giorni passati è stato eliminato 1 decesso dalla provincia di Reggio Emilia, in quanto deceduto non a causa del Covid.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 209 (stabili rispetto a ieri), 2.172 quelli negli altri reparti Covid (-70).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 16 a Piacenza (-1 rispetto a ieri), 14 a Parma (-1), 19 a Reggio Emilia (invariato rispetto a ieri), 43 a Modena (invariato), 41 a Bologna (+2 rispetto a ieri), 14 a Imola (invariato), 26 a Ferrara (+1), 9 a Ravenna (-1), 2 a Forlì (+1), 2 a Cesena (-1) e 23 a Rimini (invariato).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 18.260 a Piacenza (+49 rispetto a ieri, di cui 33 sintomatici), 15.188 a Parma (+101, di cui 63 sintomatici), 28.747 a Reggio Emilia (+164, di cui 72 sintomatici), 38.111 a Modena (+233, di cui 163 sintomatici), 42.704 a Bologna (+272, di cui 162 sintomatici), 6.837 casi a Imola (+49, di cui 29 sintomatici), 12.496 a Ferrara (+102, di cui 22 sintomatici), 16.427 a Ravenna (+80, di cui 46 sintomatici), 8.109 a Forlì (+58, di cui 36 sintomatici), 9.203 a Cesena (+82, di cui 60 sintomatici) e 19.983 a Rimini (+130, di cui 73 sintomatici).

Rispetto a quanto comunicato nei giorni precedenti, sono stati eliminati 2 casi, positivi a test antigenico ma non confermati da tampone molecolare. Sono stati eliminati anche 7 casi, comunicati nei giorni precedenti, in quanto giudicati casi non Covid-19.