Imola. Occhi e orecchie sulla città, a servizio dei cittadini. Si può sintetizzare così il ruolo della  nuova Centrale Radio Operativa della Polizia Locale di Imola, posta all’interno del proprio  Comando e inaugurata formalmente il 1° febbraio dal sindaco Marco Panieri, che dal 13 gennaio scorso ha assunto anche la delega alla Polizia Locale.

Dove prima c’era solo il centralino della Municipale di Imola, adesso è stata realizzata una struttura nuova, anche dal punto di vista dell’arredo, con quattro nuove postazioni di lavoro, dove si alterneranno due agenti per turno e nella quale sono collocati i monitor collegati alle telecamere della videosorveglianza ed a quelle del targa system.

Per quanto riguarda la videosorveglianza, si tratta delle 33 telecamere su Imola, la maggior parte in centro storico, comprese le 6 del progetto “scuole sicure”, installate grazie alla collaborazione del Ministero dell’Interno e della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola. “Queste telecamere sono gli occhi sulla città, perfettamente funzionanti, utili alla Polizia Locale anche per verificare le situazioni in atto, prima di intervenire, in caso di chiamata”, commenta il sindaco Marco Panieri. Una volta installate, saranno collegate anche le telecamere che verranno posizionate insieme ad Acer in Pedagna e nel quartiere Marconi. Inoltre, il progetto della Centrale Radio Operativa prevede, in futuro, di poter visualizzare le immagini di tutti gli impianti di videosorveglianza dei singoli Comuni del Circondario.

Il targa system, finalizzato alle lettura delle targhe, è invece circondariale, con 12 postazioni (con 18 telecamere) a Imola, 4 a Medicina e 1 a Toscanella, collocate nelle direttrici principali della viabilità (ad es. Via Emilia, Via Selice, Via Lughese, Via San Vitale).

Ci sarà un ‘numero telefonico unico’ per tutto i Comuni – Altra novità importante è rappresentata dall’attivazione del numero telefonico unico, che sarà un numero verde, previsto nelle prossime settimane, per tutti i Comuni del Circondario, che sostituirà i vecchi recapiti telefonici della Polizia municipale dei singoli Comuni, che verranno fatti confluire nel nuovo numero. Ciò significa che tutti i cittadini del Circondario potranno avere il servizio di Polizia Locale attivo dalle 7.15 alle 00.45, sette giorni su sette. “Attivare un numero unico della Polizia Locale a livello di Circondario è un fatto strategico che serve a valorizzare il Corpo unico e rappresenta un vantaggio per tutti i cittadini”  sottolinea il sindaco Panieri.

A rispondere saranno agenti della Polizia Locale appositamente formati. “Il personale assegnato alla Centrale Radio Operativa farà parte di un team specializzato, che verrà formato per acquisire le capacità comunicative necessarie per fronteggiare le situazioni più complesse, a cui i cittadini chiedono risposte – spiega il comandante della Polizia Locale, Daniele Brighi -. Attualmente abbiamo assegnato 4 agenti alla Centrale Radio Operativa, a cui si aggiungeranno altri 2 operatori, per arrivare a 6, in modo da coprire tutti i turni della settimana”.

Per fare un esempio sulla formazione, Brighi ricorda un primo ciclo di incontri formativi, a cui hanno partecipato gli agenti di Polizia Locale, dal titolo “Vigili” in rete contro la violenza maschile sulle donne”, al quale seguiranno altre attività formative dedicate, nello specifico, alla comunicazione con i cittadini, “affinché questi possano trovare negli operatori della Centrale Radio Operativa delle figure di riferimento a cui poter rivolgersi” aggiunge Brighi.

Panieri: “La Polizia Locale sempre più vicina ai cittadini” – “Oggi sono qui per ringraziare il corpo di Polizia Locale per l’importante lavoro svolto nell’anno appena trascorso, particolarmente difficile causa la pandemia e per vedere la nuova Centrale Radio Operativa, fra l’altro pensata e realizzata internamente dal Corpo di Polizia Locale di Imola. Questa struttura è il punto di partenza anche per una sempre più forte attività di coordinamento con tutte le forze dell’ordine e per radicare ancora di più la presenza della Polizia locale sul territorio, come avviene ad esempio con il servizio svolto dalla pattuglia di agenti a piedi in centro storico nel tardo pomeriggio, tutti i giorni”, spiega il sindaco Marco Panieri.

Il primo cittadino ha poi fatto il punto anche sul versante delle nuove assunzioni. “Dopo i 6 agenti entrati in servizio fra novembre e dicembre 2020, fra marzo e aprile, dopo l’approvazione del bilancio, assumeremo altri 3 agenti, mentre un ispettore verrà assunto nei mesi successivi, portando così l’organico del corpo di Polizia Locale di Imola a 64 unità. Un modo concreto per testimoniare che vogliamo essere sempre più vicino ai cittadini”, conclude il sindaco Marco Panieri.

Che ha poi incontrato il personale della Polizia Locale, insieme al comandante Daniele Brighi, al vice comandante Ugo Sergio Auteri ed al dirigente della Polizia Locale Circondariale, Daniele Campalto, per un primo momento di conoscenza e confronto sull’attività in corso e su quella che il Corpo è chiamato a sviluppare in futuro, per garantire una presenza sempre più a fianco ed al servizio dei cittadini.