Faenza. Il nuovo dirigente ai Servizi alla comunità dell’Unione della Romagna faentina è Antonella Caranese. Originaria di Conselice, Caranese è laureata con il massimo dei voti e menzione di lode alla facoltà di Sociologia dell’Università di Urbino. Dopo alcuni incarichi per l’Ausl di Imola (tra l’altro insegnava lingua italiana agli stranieri all’inizio del fenomeno migratorio, nella metà degli anni ’90), è stata assunta dal Comune di Riolo Terme dove ha ricoperto diverse funzioni, in particolare nel settore dei Servizi alla persona e come vice-segretario comunale dal 2004 a marzo del 2020.

Ha partecipato fin dalla nascita all’organizzazione dell’Unione della Romagna faentina di cui è diventata dipendente dal 2017, prima come capo servizio Cultura poi dal 1° luglio 2017 come capo servizio Minori nel Settore servizi alla comunità, che considera il naturale approdo per la sua formazione e inclinazione. Vincitrice del concorso del 2020 per la posizione di dirigente del settore Servizi alla comunità si appresta a ricoprire il nuovo ruolo a partire dal 2 febbraio.

“La conoscenza dei Comuni dell’Unione, degli interlocutori del Terzo Settore e del territorio può esser considerata la base di partenza per affrontare questa impegnativa nuova veste che avrò l’onore di ricoprire. Gli obiettivi sono numerosi e il contesto storico dell’attuale emergenza sanitaria ed economica richiedono una attenzione verso l’innovazione come anche un modello dei Servizi che si possa adattare in modo flessibile per rispondere alle nuove criticità. Con grande impegno e motivazione mi rimetto al servizio della nostra comunità con la quale cercherò tutte le collaborazioni possibili attraverso un attento ascolto e forte di un gruppo di collaboratori e colleghi preparato e resiliente con cui sicuramente farà squadra”, sottolinea la neo nominata dirigente .

(Annalaura Matatia)