Faenza. Dopo 3 mesi di chiusura al pubblico, finalmente il 3 febbraio il Mic (Museo internazionale delle ceramiche) di Faenza riapre (ma solo nei giorni feriali, come previsto dal nuovo Dpcm) e con un orario speciale: dal mercoledì al venerdì dalle 14 alle 20.

Ritorna visibile a tutti anche la mostra “Alfonso Leoni. (1941-1980) Genio Ribelle”, prorogata al 13 giugno 2021, dedicata alla riscoperta di un assoluto protagonista dell’arte contemporanea, un genio talentuosissimo e ribelle, purtroppo prematuramente scomparso. La mostra è il frutto di un lungo lavoro di ricerca a cura di Claudia Casali, e ha raccolto per la prima volta in un’ antologica tutto il lavoro dell’artista, con l’obiettivo di analizzare la ricca e intensa produzione dedita non solo alla ceramica ma anche ai diversi linguaggi della contemporaneità (pittura, grafica, design, scultura).
Riprogrammate anche le visite guidate alla sopracitata mostra, previste a partire già da questa settimana, ogni venerdì, alle 18, con soli 3 euro oltre il prezzo del biglietto. Prenotazione obbligatoria.

Il 18 febbraio con Giovanni Cimatti e il 24 febbraio con Aldo Rontini (ore 18) si conclude il ciclo delle visite guidate “Ricordando il maestro Alfonso Leoni” tenute dagli allievi di Leoni. (Prenotazione obbligatoria. Le persone già precedentemente prenotate hanno la precedenza sulla nuova prenotazione).
Vi è inoltre la possibilità di visite guidate alla mostra di Alfonso Leoni e al Museo su prenotazione per gruppi e singoli, mentre per gruppi superiori alle 10 persone la prenotazione è obbligatoria.
Per maggiori informazioni contattare il 0546.697311, o scrivere a info@micfaenza.org.

(Annalaura Matatia)