Imola. Aveva perfino una bomba a mano perfettamente funzionante e altamente pericolosa un amante di armamento bellico della Seconda Guerra Mondiale che teneva nascoste altre armi, proiettili e cartucce, però senza licenza e senza averle mai portate a conoscenza delle forze dell’ordine. Per tale motivo, un 70enne abitante nella periferia della città è stato arrestato e portato al carcere della “Dozza” a Bologna, in attesa di convalida, dagli agenti del commissariato di via Mazzini per detenzione illecita di armi da guerra e armi da sparo.

Le ricerche da parte della polizia sono cominciate meno di due mesi fa quando, in un canale vicino alla via Montanara, furono ritrovate cartucce e bossoli. Le tracce, nel corso delle settimane, hanno condotto alla casa del 70enne che, davanti alle divise delle forze dell’ordine aiutate nell’operazione dal Nucleo artificieri della Questura di Bologna, ha subito ammesso di detenere materiale bellico.

In un garage esterno alla casa sono stati trovati la bomba a mano bellica perfettamente funzionante M42 e un’altra bomba a mano vuota M36. Nella cantina, invece, c’erano tre proiettili da guerra completi con l’esplosivo, una “cuffia” (parte di una bomba) SRCM, due bossoli di calibro 20, 33 bossoli esplosi e 8 cartucce calibro 20 da caccia.