Secondo il monitoraggio settimanale Covid-19 dal 25 al 31 gennaio l’incidenza scende leggermente, 273 casi per 100mila abitanti, mentre l’Rt nazionale resta a 0,84. In alcune regioni si registra la circolazione di varianti virali per cui sono necessari provvedimenti particolarmente restrittivi soprattutto nei comuni colpiti. Così mentre da lunedì 8 febbraio la Sardegna torna in gialla, vengono confermate in arancione la Provincia di Bolzano, Umbria, Puglia e Sicilia, inoltre sono previste restrizioni più dure per Bolzano, per la provincia di Perugia, e altri Comuni umbri e abruzzesi.

Nella giornata odierna continua l’altalena dell’indice di positività che oggi torna a crescere e si attesta al 5,6% contro il 4,76% di 24 ore fa. I casi odierni sono 11.641, i morti 270. In Emilia Romagna i positivi sono 1.382 con 25 decessi e indice di positività all’8,5% (ieri 4,9%). I casi odierni nell’Ausl di Imola sono 91 (ieri 81) con un indice di positività al 9,7% in crescita rispetto al 9 di 24 ore fa, nessun decesso.

Aggiornamento Italia ore 12 del 7 febbraio. I casi odierni sono 11.641 (ieri 13.442), con 206.789 tamponi (ieri 282.407). I decessi da inizio pandemia sono 91.273, i casi complessivi 2.636.738, leggermente in calo gli attuali positivi 427.024 (in giornata – 10). Scendono di poco i ricoverati nelle terapie intensive: – 3 per un totale di 2.107, calano i ricoverati con sintomi: 19.266 (- 182), i guariti odierni sono 11.380 per un totale di 2.118.441.

In Emilia Romagna 25 decessi nelle ultime 24 ore (44 ieri). I positivi sono 1.382 (ieri 1.383), con 16.215 tamponi totali (ieri 28.369). I guariti sono 743, creacono i casi attivi totali: 43.261 (+ 614 rispetto a ieri). I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 181 (-2 rispetto a ieri)

I casi in Italia

La Campania supera la Lombardia nel numero dei casi assestandosi a 1.741 casi (ieri 1.546), seguono Lombardia 1.515 (1.923), Emilia Romagna 1.382 (1.383). Le altre regioni sono sotto quota mille contagiati nelle ultime 24 ore.

La situazione di ieri >>>>

La situazione in Italia in tempo reale >>>>

Le vaccinazioni in Emilia Romagna >>>>

Le vaccinazioni in Italia >>>>

La situazione nell’Ausl di Imola

Su 372 tamponi molecolari e 562 antigenici rapidi sono 91 i nuovi casi positivi registrati dall’Ausl di Imola (27 nelle fascia di età 0-24 anni; 22 nella fascia 25-44 anni; 28 nella fascia 45-64; 14 dai 65 anni in su), di cui 48 asintomatici e 43 sintomatici. 47 persone sono state individuate tramite tracciamento. 41 persone erano già isolate e 15 sono riferibili a focolaio già individuato. Non si registra alcun decesso. I guariti sono 35. Sono 7369 i casi totali da inizio pandemia, salgono a 898 i casi attivi (ieri 842). Sono 30 i ricoveri Covid ordinari, 6 in ECU, 8 in OsCo e 13 in Terapia intensiva.

Nella giornata di ieri sono state effettuate 146 seconde dosi (totale 2484) e 128 prime dosi (totale 3922) di vaccino Pfizer-BioNTech.

La situazione in regione

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 226.926 casi di positività, 1.382 in più rispetto a ieri, su un totale di 16.215 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dell’8,5%, dato che risente del minor numero di tamponi fatti nei fine settimana, e in gran parte su casi per i quali la positività è attesa, e comunque inferiore a quello registrato domenica scorsa (9,4%).

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa prima fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, per poi proseguire con gli ultraottantenni assistiti a domicilio. Alle ore 14 sono state somministrate complessivamente 256.917 dosi, di cui 3.203 oggi; sul totale, 115.781 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

Si ricorda che, alla luce delle nuove forniture di dosi di Moderna e Pfizer-Biontech previste in Emilia-Romagna per questa settimana, anche per i prossimi giorni proseguiranno in via prioritaria i richiami, con la somministrazione della seconda dose a chi ha ricevuto la prima, e ai degenti delle Cra.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 604 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 455 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 671sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 42,1 anni.

Sui 604 asintomatici, 369 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 70 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 24 con gli screening sierologici, 6 tramite i test pre-ricovero. Per 135 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Modena con 249 nuovi casi e Bologna con 244; poi Rimini (176), Reggio Emilia (124), Ravenna (108) e Ferrara (93), a seguire Imola (91), Piacenza (88) e Parma (88). Quindi le province di Cesena (71) e Forlì (50).

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 9.977 tamponi molecolari, per un totale di 3.080.571. A questi si aggiungono anche 32 test sierologici e 6.238 tamponi rapidi.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 743 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 173.828.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 43.261 (+614 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 41.130 (-622), il 95% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 25 nuovi decessi: 1 a Piacenza (un uomo di 93 anni); 6 in provincia di Parma (tre donne di 83, 88 e 93 anni e tre uomini di 70, 87 e 94 anni); 4 a Reggio Emilia (due donne di 77 e 87 anni e due uomini di 81 e 89 anni); 4 nella provincia di Modena (quattro uomini di 66, 84, 85 e 86 anni); nessun decesso in provincia di Bologna; 4 nel ferrarese (un uomo di 63 anni e tre donne di 57,83 e 89 anni); 3 in provincia di Ravenna (due donne di 70 e 91 anni e un uomo di 88 anni); 3 in provincia di Forlì-Cesena (tre donne di 91, 94 e 95 anni); nessun decesso nel riminese.

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 9.837.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 181 (-2 rispetto a ieri), 1.950 quelli negli altri reparti Covid (-6).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 14 a Piacenza (-1), 10 a Parma (-1), 17 a Reggio Emilia (+1), 35 a Modena (invariato rispetto a ieri), 42 a Bologna (+1),13 a Imola (+1), 24 a Ferrara (- 1), 3 a Ravenna (-1), 2 a Forlì (invariato), 4 a Cesena (invariato) e 17 a Rimini (- 1).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 18.847 a Piacenza (+88 rispetto a ieri, di cui 49 sintomatici), 15.802 a Parma (+88, di cui 57 sintomatici), 29.967 a Reggio Emilia (+124, di cui 79 sintomatici), 39.838 a Modena (+249, di cui 140 sintomatici), 44.902 a Bologna (+244, di cui 147 sintomatici), 7.369 casi a Imola (+91, di cui 43 sintomatici), 13.269 a Ferrara (+93, di cui 25 sintomatici), 17.078 a Ravenna (+108, di cui 55 sintomatici), 8.616 a Forlì (+50, di cui 41 sintomatici), 9.897 a Cesena (+71, di cui 55 sintomatici) e 21.341 a Rimini (+176, di cui 87 sintomatici).