Faenza.  E’ stato presentato nei giorni scorsi (in diretta streaming dalla sala Bigari del Comune di Faenza) il volume “L’osteria del palco”, scritto da Francesca Amodio e pubblicato dalla casa editrice ‘Polaris’ di Faenza in occasione dei 25 anni del Mei, il Meeting delle etichette indipendenti che si svolge in città. La presentazione online, a cui hanno partecipato tra gli altri Bianca Maria Zaccheo, responsabile dei Servizi educativi dei luoghi di cultura del Mibact e il patron del Meeting, Giordano Sangiorgi, è stata aperta da un saluto del sindaco di Faenza Massimo Isola.

“Il Mei non è solo un festival fatto di momenti e appuntamenti musicali ma una rete di eventi che raccontano la nostra società civile, quella che si interfaccia con la musica che in questo caso fa da filo conduttore. Mi piace ricordare alcuni temi trattati nelle edizioni del Mei, come le indagini sui diritti civili, la lotta contro le mafie. La musica inoltre, se ha una funzione creativa in sé, alle volte può farsi viatico dei temi e i luoghi nella quale vive e con i quali è connessa, il palcoscenico e il cibo. In questo libro l’autrice ci propone così un bel viaggio per l’appunto tra musica, luoghi e cibo. Pur in un momento difficilissimo come il 2020, a faenza siamo riusciti a organizzare il Mei in presenza, una sorta di tappa storica e che speriamo di riuscire a replicare anche per quest’anno”, ha sottolineato il sindaco di Faenza Massimo Isola.

Durante la presentazione del volume condotta da Giordano Sangiorgi, sono intervenuti oltre alla direttrice Bianca Maria Zaccheo molti degli artisti poi trattati nel volume. Tra questi Omar Pedrini, che ha curato anche la prefazione, il batterista jazz Roberto Gatto, la cantante Petra Magoni giusto per citarne un paio. La diretta della presentazione de ‘L’Osteria del palco’ è stata visualizzata da 1.500 utenti.

(Annalaura Matatia)