Cleopatra Ferri

Imola. Si è spenta tra sabato 6 e domenica 7 febbraio all’ospedale Santa Maria della Scaletta, un vero e proprio simbolo del mondo dell’assistenza sanitaria.

Cleopatra Ferri, 89 anni, imolese, oltre 41 anni di professione infermieristica, è stata per diversi lustri direttrice della scuola infermieri dell’ospedale Maggiore di Bologna, nonché presidente del Collegio Professionale (ora Ordine Professionale) degli Infermieri di Bologna.

Numerosi e prestigiosi i riconoscimenti nel corso della sua carriera: nel 1996 è stata nominata Cavaliere Ordine al Merito della Repubblica Italiana dall’allora Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro su proposta dell’allora Presidente del Consiglio Romano Prodi e, successivamente, membro del Consiglio Superiore di Sanità, prima infermiera italiana a svolgere un ruolo così prestigioso.

“E’ una perdita che lascia un vuoto incolmabile – ha commentato Davide Carollo, direttore infermieristico dell’Ausl di Imola –. E’ stata un punto di riferimento per intere generazioni di infermieri. Una guida fondamentale per la nostra formazione, a cui ha trasmesso i valori del nostro difficile e complesso ruolo. Una donna di grandi intuizioni e di forte tenacia. Una lavoratrice lungimirante e al passo con i tempi.”

“Cleopatra Ferri si contraddistingueva per il suo elevato valore professionale ed umano – continua il dottor Andrea Rossi, direttore generale dell’Ausl di Imola – Era una persona molto stimata ed amata da colleghi e pazienti. La sua scomparsa ha fortemente addolorato tutti coloro che la conoscevano non solo per l’ottimo lavoro svolto, ma anche per l’impegno, la dignità e la dedizione che ogni giorno mostrava nella sua attività. E’ quindi a nome dell’intera l’Azienda USL di Imola – conclude Rossi – che esprimo la nostra vicinanza e le più sentite condoglianze alla famiglia”.l