Imola. La situazione nel territorio dell’Ausl di Imola preoccupa. L’analisi settimanale dell’andamento vede un costante incremento dei casi attivi. “Il virus circola diffusamente e in modo incrementale, soprattutto tra le fasce più giovani della popolazione”, si legge nel comuicato dell’Ausl. E’ da due settimane consecutive che vi è un incremento dei casi di infezione da Ssrs-CoV-2 e di malattia. Inoltre viene segnalatala presenza di varianti virali. Vi è una tendenza al rialzo della curva di pressione ospedaliera, mente peggiorano le situazioni nella cese di riposo e nelle scuole, se da una parte vi è uno “spegnimento efficace dei focolai nelle residenze per anziani”, dall’altra si segnalano “nuovi focolai a Villa Armonia e a Il Sorriso” ed “è ripresa la circolazione virale nelle scuole”.

Intanto il tasso di incidenza settimanale nel nostro territorio è di 2,65 nuovi casi ogni mille abitanti, il più alto a livello regionale “ed è quindi d’obbligo ricordare a tutti che dobbiamo continuare a mantenere alta la guardia e a rispettare e rinforzare i comportamenti di prevenzione del contagio: l’uso costante delle mascherine in luoghi pubblici e all’esterno, il mantenimento distanziamento sociale evitando le occasioni di assembramento, l’igienizzazione frequente delle mani”.

L’Azienda Usl sta procedendo alle vaccinazioni al massimo ritmo permesso dalle consegne, “ma ci vorrà ancora qualche tempo per vedere i risultati sulla circolazione comunitaria del virus e nel frattempo anche la pressione sull’ospedale, pur non al picco raggiunto nei mesi autunnali, continua a mantenersi stabilmente alta”.

Anche l’indice di postività (rapporto tra ositivi e tamponi) a Imola resta attorno al 10%, mentre in Italia è in calo al 3,9% (ieri era al 5,5%) e in Emilia Romagna è al 3,2% (ieri 11,6%).

I casi a livello nazionale sono 10.630 e 422 i decessi. In Emilia Romagna tornano sotto quota mille: 977 con 45 decessi. I casi odierni nell’Ausl di Imola sono 53 (ieri 78), 4 i decessi: 3 donne di Imola di 87, 88 e 95 anni e in un uomo di Imola di 87 anni. Due dei deceduti erano ospiti di Villa Armonia.

Aggiornamento Italia ore 12 del 9 febbraio

I casi odierni sono 10.630 (ieri 7.970), con 274.263 tamponi (ieri 144.270). I decessi da inizio pandemia sono 92.002 , i casi complessivi 2.655.319 , continua il calo degli attuali positivi 413.967 (in giornata – 5.637). Restano stabili a 2.143 i ricoverati nelle terapie intensive, mentre calano di 15 unità i ricoverati con sintomi: 19.512, i guariti odierni sono 15.827 per un totale di 2.149.350 .

In Emilia Romagna 45 decessi nelle ultime 24 ore (32 ieri). I positivi sono 977 (ieri 1.273), con 29.701 tamponi totali (ieri 10.990). I guariti sono 803, crscono i casi attivi totali: 42.884 (+ 129 rispetto a ieri). I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 182 (- 12 rispetto a ieri)

I casi in Italia

La Lombardia torna ad avere il non ambito primato del maggior numeri di casi in giornata: 1.625 (ieri 895), sopra ai mille anche la Campania 1.274 (ieri 1.189). Le altre regioni sono sotto quota mille contagiati nelle ultime 24 ore.

La situazione di ieri >>>>

La situazione in Italia in tempo reale >>>>

Le vaccinazioni in Emilia Romagna >>>>

Le vaccinazioni in Italia >>>>

La situazione nell’Ausl di Imola

Su 429 tamponi molecolari e 68 antigenici rapidi sono 53 i nuovi casi positivi registrati dall’Ausl di Imola (9 nelle fascia di età 0-24 anni; 16 nella fascia 25-44 anni; 21 nella fascia 45-64; 7 dai 65 anni in su), di cui 17 asintomatici e 36 sintomatici. 16 persone sono state individuate tramite tracciamento. 26 persone erano già isolate e 1 e riferibile a focolaio già individuato. Sono 15 i guariti. Sono 7500 i casi totali da inizio pandemia, salgono a 968 i casi attivi. Oggi sono 33 le persone ricoverate per Covid nel reparto internistico di degenza ordinaria , 6 in ECU, 11 in OsCo e 13 in terapia intensiva.

Campagna vaccinale di Fase 1 in via di completamento

Nella giornata di ieri sono state effettuate 93 seconde dosi nelle strutture residenziali per anziani su operatori e ospiti (totale 2616). Invariate le prime dosi di vaccino Pfizer-BioNTech (4090), salgono a 40 quelle di Moderna su assistiti con 80 anni ed oltre e loro coniugi.

La situazione in regione

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 229.157 casi di positività, 977 in più rispetto a ieri, su un totale di 29.701 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 3,2%.

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa prima fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, oltre che gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni. Da oggi, oltre alle nuove forniture di dosi di Moderna e Pfizer-Biontech, si aggiungono anche quelle di AstraZeneca.

Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 266.530 dosi, di cui 2.671 oggi; sul totale, 121.389 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 438 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 302 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 480 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 42 anni.

Sui 438 asintomatici, 290 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 26 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 10 con gli screening sierologici, 4 tramite i test pre-ricovero. Per 108 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 274 nuovi casi; poi Modena (151) e Rimini (117), quindi Cesena (92), Reggio Emilia (85), Piacenza (61), Imola (53); a seguire Ravenna (47), Ferrara (42) e le province di Forlì (38) e Parma (17).

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 16.134 tamponi molecolari, per un totale di 3.104.741. A questi si aggiungono anche 298 test sierologici e 13.567 tamponi rapidi.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 803 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 176.359.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 42.884 (+129 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 40.731 (+155), il 94,9% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 45 nuovi decessi: 6 a Piacenza (una donna di 78 anni e 5 uomini, di cui uno di 74, uno di 80, due di 91 e uno di 94 anni); 2 a Parma (una donna di 82 e un uomo di 85 anni); 3 in provincia di Reggio Emilia (una donna di 81 anni e due uomini di 66 e 92 anni); 4 nella provincia di Modena (due donne di 95 e 97 anni e due uomini di 75 e 78 anni); 4 in provincia di Bologna (tutti residenti nel Comune di Imola: tre donne di 87, 88 e 95 anni e un uomo di 88 anni); 8 nella provincia di Ferrara (4 donne – di 62, 86, 97 e 107 anni – e 4 uomini: di 63, 78, 86 e 89 anni); 4 in provincia di Ravenna (3 donne – di 87, 88, 90 anni – e un uomo di 81 anni); 12 in provincia di Forlì-Cesena (7 donne – di 75, 82, due di 83 anni, poi di 86, 89 e 93 anni – e 5 uomini, di 76, 79, 82, 89 e 96 anni); 2 nel riminese (una donna di 72 anni e un uomo di 87 anni).

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 9.914.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 182 (-1 rispetto a ieri), 1.971 quelli negli altri reparti Covid (-25).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 14 a Piacenza (+1), 10 a Parma (numero invariato rispetto a ieri), 19 a Reggio Emilia (+1), 37 a Modena (+3), 41 a Bologna (-3),13 a Imola (invariato), 22 a Ferrara (-2), 4 a Ravenna (invariato), 2 a Forlì (invariato), 3 a Cesena (-1) e 17 a Rimini (invariato).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 18.937 a Piacenza (+61 rispetto a ieri, di cui 36 sintomatici), 15.901 a Parma (+17, di cui 13 sintomatici), 30.157 a Reggio Emilia (+85, di cui 40 sintomatici), 40.254 a Modena (+151, di cui 91 sintomatici), 45.447 a Bologna (+274, di cui 158 sintomatici), 7.500 casi a Imola (+53, di cui 36 sintomatici), 13.412 a Ferrara (+42, di cui 5 sintomatici), 17.180 a Ravenna (+47, di cui 20 sintomatici), 8.708 a Forlì (+38, di cui 24 sintomatici), 10.074 a Cesena (+92, di cui 70 sintomatici) e 21.587 a Rimini (+117, di cui 46 sintomatici).

Guarda il Report settimanale

Da oggi, con cadenza ogni 15 giorni, vengono inseriti anche i dati di contagio in ambito scolastico. In particolare, i dati sono relativi a tutti i contagi che, sul territorio regionale, hanno interessato, a partire dal 14 settembre 2020 fino al 5 febbraio 2021, rispettivamente studenti/alunni e docenti/operatori scolastici di: servizi educativi 0-3 anni, scuole per l’infanzia, scuole primarie di I grado, scuole secondarie di I e II grado. Oltre al numero assoluto, è anche indicata la percentuale dei casi positivi rispetto a tutti i casi di positività registrati in Emilia-Romagna nello stesso periodo. Infine, una tabella fotografa la situazione contagi in ambito scolastico nel periodo 22 gennaio (ripartenza delle lezioni in presenza al 50% alle superiori) -5 febbraio 2021, nel quale si sono registrati 2.254 nuovi casi fra bambini e studenti/alunni dai servizi 0-3 anni alle superiori e 399 nuovi casi fra docenti e personale scolastico.