In Italia torna a crescere l’indice Rt, pur restando sotto la soglia dell’1. I dati della scorsa settimana lo danno allo 0,95. Ciò comporta dei cambiamenti, da domenica 14 febbraio, nei colori di alcune regioni: passano in arancione Liguria, Toscana, Abruzzo e provincia di Trento, che si aggiungono ad Umbria e Provincia di Bolzano, anche se molti territori di queste realtà, come anche per l’Abruzzo, sono in rosso. La Sicilia invece passa in giallo.

Intanto il Consiglio dei ministri ha prolungato fino al 25 febbraio il divieto di spostamento tra regioni.

Nelle ultime 24 ore nel territorio dell’Ausl di Imola scende l’indice di positività che oggi segna un 6,7% (ieri era al 9,7%), anche in Italia scende: 4,5% (ieri era al 5,1%) in crescita, invece, in Emilia Romagna: 5,5% (ieri 4,9%).

I casi a livello nazionale sono 13.908 con 316 decessi. In Emilia Romagna i casi sono 1.538 con 27 decessi. I casi odierni nell’Ausl di Imola sono 63 (ieri 98), nessun decesso.

Aggiornamento Italia ore 14 del 12 febbraio

I casi odierni sono 13.908 (ieri 15.146), con 305.619 tamponi (ieri 292.533). I decessi da inizio pandemia sono 93.045, i casi complessivi 2.697.296, continua il calo degli attuali positivi 402.174 (in giornata – 2.845). Calano di 31 unità i ricoverati nelle terapie intensive per un totale di 2.095, diminuiscono i ricoverati con sintomi: 18.736 (- 206), i guariti odierni sono 16.422 per un totale di 2.202.077.

Con un indice Rt al 0.94, l’Emilia Romagna oggi registra 27 decessi nelle ultime 24 ore (71 ieri). I positivi sono 1.538 (ieri 1.345), con 27.986 tamponi totali (ieri 27.703). I guariti sono 2.156, calano i casi attivi totali: 40.013 (- 645 rispetto a ieri). I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 175 (- 3 rispetto a ieri).

I casi in Italia

La Lombardia resta la regione con il maggior numeri di casi in giornata: 2.526 (ieri 2.434), seguono Campania 1.637 (ieri 1.694), Emilia Romagna 1.538 (1.345), Lazio 1.089 (1.271), Puglia 1.020 (1.248). Le altre regioni sono sotto quota mille contagiati nelle ultime 24 ore.

La situazione di ieri >>>>

La situazione in Italia in tempo reale >>>>

Le vaccinazioni in Emilia Romagna >>>>

Le vaccinazioni in Italia >>>>

La situazione nell’Ausl di Imola

Su 507 tamponi molecolari e 435 antigenici rapidi sono 63 i nuovi casi positivi registrati dall’Ausl di Imola (23 nelle fascia di età 0-24 anni; 13 nella fascia 25-44 anni; 20 nella fascia 45-64; 7 dai 65 anni in su), di cui 24 asintomatici e 39 sintomatici. 23 persone sono state individuate tramite tracciamento. e 1 tramite test per categoria. 23 persone erano già isolate e 9 riferibili a focolaio già individuato. Non si registrano decessi. Sono 13 i guariti. Sono 7725 i casi totali da inizio pandemia, salgono a 1082 i casi attivi (1.032).

Oggi sono 31 le persone ricoverate per Covid nel reparto internistico di degenza ordinaria, 5 in ECU, 10 in OsCo e 12 in terapia intensiva.

A ieri erano 2660 le persone con ciclo vaccinale completo e 4300 le prime dosi inoculate (di cui 80 del vaccino Moderna per assistiti con 80 anni ed oltre e loro coniugi).

Cra Venturini Covid free

Il Nucleo Operativo dell’Unità di Crisi dichiara spento il focolaio nella più grande Cra del territorio. Con l’ultimo referto negativo giunto oggi, Cra Venturini è Covid free. I 75 ospiti presenti in struttura (oltre ai 4 attualmente ricoverati in ospedale) sono infatti tutti negativi al Sars-CoV-2.

“Finalmente possiamo tirare un sospiro di sollievo, ma non abbasseremo neppure per un secondo la guardia – spiega Alberto Minardi, direttore di Distretto e coordinatore del Nucleo Operativo della Unità di Crisi, insediatasi il 22 dicembre scorso – La prossima fase sarà dedicata alla riapertura della struttura ai nuovi ingressi, in base alla graduatoria, ed è già stata meticolosamente pianificata. Attualmente, sui 138 posti letto convenzionati (144 quelli totali presenti), ne sono occupati, come detto, 79, ma la nuova effettiva disponibilità massima sarà transitoriamente limitata a 126 ospiti, (fino al termine della pandemia) secondo le indicazioni regionali, che prescrivono un margine di sicurezza. Dunque, saranno 47 i nuovi ingressi, spalmati nell’arco di due mesi circa, per permettere l’attenta sorveglianza di ciascun nuovo ospite in ingresso per almeno 10 giorni”.

In tutto sono stati 57 gli ospiti della struttura che sono stati contagiati dal virus, 27 i decessi per Covid da inizio epidemia (nel 2020 i decessi totali sono stati 83, di cui 17 con/per Covid, nel 2021 i decessi totali sono stati 16, di cui 10 per/con Covid).

La situazione in regione

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 232.938 casi di positività, 1.538 in più rispetto a ieri, su un totale di 27.986 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 5,5%.

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa prima fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, oltre che gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni.

Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 279.997 dosi, di cui 3.509 oggi; sul totale, 125.285 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 535 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 478 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 667 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 42 anni.

Sui 535 asintomatici, 317 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 71 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 20 con gli screening sierologici, 6 tramite i test pre-ricovero. Per 121 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 384 nuovi casi e Modena (282); poi Rimini (154), Reggio Emilia (112), Parma (110), Ravenna (110), il territorio di Cesena (100) e Ferrara (87). Seguono Piacenza (79), il circondario di Imola (63) e, infine, la zona di Forlì (57).

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 15.060 tamponi molecolari, per un totale di 3.152.086. A questi si aggiungono anche 239 test sierologici e 12.926 tamponi rapidi.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 2.156 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 182.876.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 40.013 (-645 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 37.952 (-627), il 94,8% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 27 nuovi decessi: 7 a Ferrara (2 donne di 89 anni e 5 uomini: due di 74 anni e gli altri di 65, 80 e 86 anni), 4 a Ravenna (1 donna di 71 anni e 3 uomini di 55, 67 e 84 anni), 4 a Modena (3 donne di 84, 90 e 94 anni e 1 uomo di 87 anni), 4 a Rimini (3 donne di 65, 77 e 91 anni e 1 uomo di 55 anni), 3 a Piacenza (1 donna di 90 anni e 2 uomini di 86 e 89 anni), 3 in provincia di Forlì-Cesena (1 uomo di 85 anni e 2 donne di 91 e 96 anni), 2 a Parma (1 uomo di 77 anni e 1 donna di 90 anni). Non si registrano decessi nelle province di Bologna e Reggio Emilia.

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 10.049.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 175 (-3 rispetto a ieri), 1.886 quelli negli altri reparti Covid (-15).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 12 a Piacenza (+1 rispetto a ieri), 11 a Parma (+1), 18 a Reggio Emilia (-2 rispetto a ieri), 36 a Modena (invariato rispetto a ieri), 46 a Bologna (+4), 12 a Imola (-1), 18 a Ferrara (-5), 3 a Ravenna (-1), 2 a Forlì (+1), 3 a Cesena (invariato) e 14 a Rimini (-1).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 19.098 a Piacenza (+79 rispetto a ieri, di cui 38 sintomatici), 16.155 a Parma (+110, di cui 61 sintomatici), 30.490 a Reggio Emilia (+112, di cui 76 sintomatici), 40.820 a Modena (+282 , di cui 225 sintomatici), 46.282 a Bologna (+384, di cui 265 sintomatici), 7.725 casi a Imola (+63, di cui 39 sintomatici), 13.672 a Ferrara (+87, di cui 29 sintomatici), 17.471 a Ravenna (+110, di cui 68 sintomatici), 8.887 a Forlì (+57, di cui 45 sintomatici), 10.287 a Cesena (+100, di cui 74 sintomatici) e 22.051 a Rimini (+154, di cui 83 sintomatici).

In seguito a verifica sui dati comunicati nei giorni passati, sono stati eliminati 13 casi, positivi a test antigenico ma non confermati da tampone molecolare. Sono stati inoltre eliminati 2 casi, sempre comunicati nei giorni precedenti, in quanto giudicati non Covid-19