Mentre il Governo fa marcia indietro sullo sci, rinviando al 5 marzo l’apertura delle piste prevista in un primi momento al 15 febbraio, la giornata nell’Ausl di Imola vede un alto indice di positività che si attesta al 10,6% (ieri era al 7,9%), con 94 nuovi casi frutto di 558 tamponi molecolari e 323 antigenici rapidi. In Italia torna a scendere: 4,1% (ieri 5,3%), mentre è in crescita in Emilia Romagna: 11,5% (ieri 7,8%). I casi a livello nazionale sono 7.351 con 258 decessi. In Emilia Romagna i casi sono 1.391 con 21 decessi.

Aggiornamento Italia ore 14 del 15 febbraio

I casi odierni sono 7.351 (ieri 11.068), con 179.278 tamponi (ieri 205.642). I decessi da inizio pandemia sono 93.835, i casi complessivi 2.729.223. Sotto ai 400 mila gli attuali positivi, un dato che non si aveva dallo scorso novembre: 398.098 (in giornata – 4.685). Ancora in leggera crescita i ricoverati nelle terapie intensive (+ 4) per un totale di 2.088, in aumento anche i ricoverati con sintomi: 18.515 (+ 66), i guariti odierni sono 11.771 per un totale di 2.237.290.

L’Emilia Romagna oggi registra 21 decessi (41 ieri). I positivi sono 1.391 (ieri 1.323), con 12.058 tamponi totali (ieri 16.816), risultando l’unica regione con più di mille positivi. I guariti sono 1.718, continuano a diminuire i casi attivi totali: 37.570 (- 348 rispetto a ieri). I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 172 (1 più di ieri).

La situazione di ieri >>>>

La situazione in Italia in tempo reale >>>>

Le vaccinazioni in Emilia Romagna >>>>

Le vaccinazioni in Italia >>>>

La situazione nell’Ausl di Imola

Su 558 tamponi molecolari e 323 antigenici rapidi sono 94 i nuovi casi positivi registrati dall’Ausl di Imola (41 nelle fascia di età 0-24 anni; 18 nella fascia 25-44 anni; 28 nella fascia 45-64; 7 dai 65 anni in su), di cui 51 asintomatici e 43 sintomatici. 47 persone sono state individuate tramite tracciamento, 1 per esecuzione di un sierologico e 1 test per categoria. 30 persone erano già isolate e 13 sono riferibili a focolaio già individuato. Oggi non si registrano decessi. Sono 5 i guariti. Sono 7995 i casi totali da inizio pandemia, continuano a crescere i casi attivi: 1219 (ieri 1.130).

Oggi sono 33 le persone ricoverate per Covid nel reparto internistico di degenza ordinaria, 6 in ECU, 10 in OsCo e 10 in terapia intensiva.

A ieri erano 2778 le persone con ciclo vaccinale completo e 4528 le prime dosi inoculate.

La situazione in regione

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 237.123 casi di positività, 1.391 in più rispetto a ieri,su un totale di 12.058 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dell’11,5%, non indicativa dell’andamento generale visto il numero di tamponi effettuati che la domenica è inferiore rispetto agli altri giorni. Inoltre, nei festivi soprattutto quelli molecolari vengono fatti soprattutto su casi per i quali spesso è atteso il risultato positivo.

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa prima fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, oltre che gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni.

Inoltre, da oggi lunedì 15 febbraio, i cittadini emiliano-romagnoli di 85 anni e oltre (dunque, i nati nel 1936 o negli anni precedenti) possono prendere appuntamento per la vaccinazione, con le prime che saranno effettuate già da domani, martedì 16. Dal 1^ marzo sarà la volta dei nati tra il 1937 e il 1941, quindi di coloro che hanno dagli 80 agli 84 anni.

Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 288.937 dosi; sul totale, 126.698 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 630 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 388 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 459 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 40,3 anni.

Sui 630 asintomatici, 315 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 43 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 21 con gli screening sierologici, 11 tramite i test pre-ricovero. Per 240 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 400 nuovi casi; poi Modena (291), Cesena (110), Rimini (103), Imola (94); quindi Reggio Emilia (85), Ferrara (72), Parma (70), Ravenna (66). Seguono le province di Piacenza (51), e Forlì (49).

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 8.706 tamponi molecolari, per un totale di 3.186.022. A questi si aggiungono anche 11 test sierologici e 3.352 tamponi rapidi.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.718 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 189.406.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 37.570 (-348 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 35.426 (-410), il 94,3% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 21 nuovi decessi: 3 in provincia di Parma (una donna di 89 anni e due uomini di 72 e 77 anni); 1 nella provincia di Reggio Emilia (un uomo di 84 anni); 3 nella provincia di Modena (due donne – di 90 e 94 anni – e un uomo di 80); 1 in provincia di Bologna (una donna di 94 anni); 5 nella provincia di Ferrara (tre donne – rispettivamente di 83, 90 e 92 anni – e due uomini, entrambi di 83 anni); 2 in provincia di Ravenna (una donna di 96 e un uomo di 91 anni); 5 in provincia di Forlì-Cesena (due donne di 95 e 96 anni; tre uomini di 77, 82 e 88 anni); 1 nel riminese (una donna di 90 anni). Nessun decesso nella provincia di Piacenza.

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 10.147.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 172 (+1 rispetto a ieri), 1.972 quelli negli altri reparti Covid (+61).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 12 a Piacenza (+2), 9 a Parma (numero invariato rispetto a ieri), 17 a Reggio Emilia (-2), 33 a Modena (-2), 51 a Bologna (+2), 10 a Imola (invariato), 17 a Ferrara (invariato), 3 a Ravenna (invariato), 2 a Forlì (invariato), 3 a Cesena (+1) e 15 a Rimini (invariato).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 19.287 a Piacenza (+51 rispetto a ieri, di cui 29 sintomatici), 16.458 a Parma (+70, di cui 49 sintomatici), 30.796 a Reggio Emilia (+85, di cui 37 sintomatici), 41.576 a Modena (+291, di cui 189 sintomatici), 47.340 a Bologna (+400, di cui 178 sintomatici), 7.995 casi a Imola (+,94 di cui 43 sintomatici), 13.873 a Ferrara (+72, di cui 11 sintomatici), 17.752 a Ravenna (+66, di cui 38 sintomatici), 9.060 a Forlì (+49, di cui 38 sintomatici), 10.559 a Cesena (+110, di cui 94 sintomatici) e 22.427 a Rimini (+103, di cui 55 sintomatici).

Rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi, sono stati eliminati 2 casi, positivi a test antigenico ma non confermati dal tampone molecolare.