Un’immagine dall’alto della Rocca di Imola dove si svolgerà la prima di uno spettacolo con John Malkovich

Imola. Sono davvero tante e variegate le iniziative del turismo “made in Imola”, “finalmente in stretto accordo con la Città metropolitana dopo l’elezione di Marco Panieri a sindaco” come ha sottolineato l’assessore al Comune di Bologna Matteo Lepore, che si stanno organizzando, ovviamente Covid permettendo.

A partire dall’autodromo dove l’assessore Elena Penazzi ha ricordato “il Gp di F1 del 18 aprile che quest’anno sarà ‘made in Italy’ grazie all’impegno del Governo per promuovere tutto il territorio. Ci prepariamo comunque a diventare una sede tipica della Motor Valley anche se non sappiamo ancora se potremo ospitare un po’ di pubblico (speranza ridotta al lumicino, ndr) sulle tribune. Infatti, saranno tanti coloro che lo potranno seguire da casa e notare le nostre bellezze (mostrate in un video con frasi di Ayrton Senna, Michael Schumacher, Enzo Ferrari e Stefano Domenicali). Manteniamo il legame con il Gran premio di F1 del 1° novembre 2020 grazie alle luminarie con le frasi del campione brasiliano Senna che verranno vendute all’asta dall’ultima settimana di marzo al 18 aprile per devolvere poi i ricavi ai giovani e alla cultura. Con la F1, le giornate rumorose si riducono a 37, avremo un quadro più preciso a marzo, ma per ora mi sento di assicurare eventi Aci nazionali e il Civ per moto. Inoltre, è prevista una gara di Duathlon a settembre”.

La Penazzi illustra altre attività che si terranno all’autodromo in un’ottica di polifunzionalità dell’impianto: “Nel 2021, dopo i Mondiali seguiti da 81 paesi del mondo, ospiteremo i Campionati italiani di ciclismo professionisti del 20 e 21 giugno su una parte del percorso del campionato mondiale e, sempre a giugno, si correrà pure una tappa del Giro d’Italia under 23”.

E’ stata poi la volta dell’assessore alla Cultura Giacomo Gambi che ha introdotto “il Baccanale, pregevole commistione fra enogastronomia e attività agricole grazie all’attività dei mercati, dei banchi d’assaggio e alla collaborazione del professor Massimo Montanari. Sul Baccanale, stiamo valutando se fare un’anteprima fra la primavera e l’estate oltre all’edizione classica di novembre. Per quanto riguarda ‘Imola in musica, grande appuntamento di commistione fra diversi generi musicali mettendo in mostra anche i musei civici, l’idea è di realizzare l’iniziativa a settembre del 2021. Nell’anno in cui si celebrano i settecento anni dalla morte di Dante, il Comune di Imola, con il proprio Servizio Teatri e attività Musicali, collabora con l’Emilia Romagna Festival per la realizzazione del progetto John Malkovich’s Inferno, che aprirà la XXI edizione del Festival. Massimo Mercelli, flautista di fama e direttore artistico del festival dall’intuito instancabile, invita all’Inferno un attore noto per essere un temerario nei labirinti umani, John Malkovich, con la complicità del prestigioso ensemble da camera de I Solisti Aquilani e del poliedrico Gabriel Prokofiev, nipote del noto Sergej, per la composizione delle musiche. Dal 20 al 22 giugno, preparazione dello spettacolo, nei teatri ‘Stignani’ e Osservanza. Le date fissate per l’evento sono il 23 e il 24 giugno, in entrambe le occasioni alla Rocca sforzesca: il 23 giugno si svolgerà la prova generale ad invito; il 24 giugno andrà in scena la prima mondiale, che sarà aperta al pubblico. Per il numero di posti disponibili, dipenderà dall’andamento della pandemia”.

L’assessore all’Ambiente Elisa Spada ha ricordato “la nuova pista ciclabile sul Santerno di 44 km da valorizzare pure come strumento narrativo, infatti tocca i Comuni di Mordano, Imola, Casalfiumanese, Borgo Tossignano, Fontanelice e Castel del Rio, che può promuovere un turismo di prossimità ed essere un volano anche per attività ricettive gestite da giovani. Stiamo dando grande attenzione all’intermodalità e ai servizi, favorendo il collegamento tra la stazione ferroviaria di Imola e la Ciclabile, attraverso il potenziamento della rete di ciclabili cittadine e la realizzazione di colonnine attrezzate per la ricarica di e-bike, il gonfiaggio e la manutenzione della bicicletta”.

Insomma, tanta buona volontà di attrarre anche mostrata attraverso una serie di video brevi ed emozionanti al tempo stesso sugli asset di maggior rilievo, che fa ben sperare per il futuro. Sempre sperando di limitare, nei prossimi mesi, la presenza del Covid nel territorio del Comune.

(Massimo Mongardi)