Mauro Gambetti, quando ancora era Custode della Basilica di Assisi, con Papa Francesco

Roma. Tre nomine di alto profilo in un sol colpo: vicario generale per la Città del Vaticano, presidente della Fabbrica di San Pietro e arciprete della basilica di San Pietro in Vaticano. Papa Francesco ha subito mostrato la stima per il neo cardinale Mauro Gambetti, imolese di 55 anni, che in città ha frequentato il liceo scientifico Valeriani “nella mitica quinta B” (come hanno scritto i suoi vecchi compagni di classe su una penna Montblanc in regalo, oltre a una donazione per la Basilica, quando un gruppo lo ha raggiungo ad Assisi in occasione della sua nomina a vescovo) e successivamente si è laureato in Ingegneria prima di maturare una fede così profonda che lo ha portato a diventare frate francescano. quindi anche con il voto della povertà, e successivamente per lunghi anni proficui Custode della Basilica di Assisi, quindi vescovo di Assisi, prima di essere chiamato a Roma lo scorso ottobre.

Riassumendo quindi il significato dei tre incarichi, ora il cardinale Gambetti come vicario generale per la Città del Vaticano è il vescovo che, come vicario generale del Papa, si occupa della cura spirituale dei fedeli che risiedono nella porzione della diocesi di Roma che ricade entro i confini della Città del Vaticano e nelle Ville Pontificie di Castel Gandolfo nella diocesi di Albano.

La Fabbrica di San Pietro è un ente creato appositamente per la gestione dell’insieme delle opere necessarie per la realizzazione edile e artistica della Basilica di San Pietro in Vaticano.

La basilica di San Pietro in Vaticano è simbolo dello Stato del Vaticano, cui fa da coronamento la monumentale piazza San Pietro.

Insomma, potrà far valere la sua esperienza accumulata ad Assisi negli anni in cui è stato Custode per aiutare i fedeli e pure la sua “vecchia” laurea in Ingegneria gli servirà per seguire le opere. Senza dimenticare mai la sua amata Imola, con l’ironia e le capacità di “fare squadra” che lo hanno contraddistinto fin da giovane.

(m.m.)