Imola. Nuove disposizioni sono state prese dal Comune per la gestione dell’emergenza sanitaria legata alla diffusione da Covid -19, in merito ai mercati ambulanti e a quello agroalimentare e di vendita diretta da parte di imprese agricole.

Le nuove disposizioni entrano in vigore da domani, martedì 23 febbraio, fino a sabato 6 marzo. Sono state emanate con apposite ordinanze firmate dal sindaco Marco Panieri, visto il numero dei contagi registrati negli ultimi giorni sul territorio comunale, che rendono necessario adottare ulteriori misure di sicurezza e prevenzione nello svolgimento dei mercati trisettimanale, del quartiere Pedagna il sabato pomeriggio e di Sesto Imolese il venerdì mattina e del mercato agroalimentare e dei mercati di vendita diretta da parte di imprese agricole. Si ritiene necessario, infatti, attuare ogni misura possibile volta a tutelare la salute pubblica, garantendo al contempo lo svolgimento delle suddette attività, nel rispetto delle misure di sicurezza anti-contagio prescritte dal protocollo previsto dal DPCM del 14.01.2021.


Misure per i mercati trisettimanali, del quartiere Pedagna il sabato pomeriggio e di Sesto Imolese il venerdì mattina:

L’ordinanza stabilisce che a decorrere da martedì 23 febbraio e fino a sabato 6 marzo 2021 lo svolgimento del mercato trisettimanale  avvenga alle seguenti condizioni (si tratta delle misure già imposte con l’ordinanza sindacale n. 11 del 16.11.2020, per analoga esigenza di contrastare e contenere la diffusione del virus e che sono state prese dopo avere informato preventivamente Anva e Fiva, associazioni maggiormente rappresentative del commercio su aree pubbliche):

Per gli operatori:

1) pulizia e disinfezione quotidiana delle attrezzature prima dell’avvio delle operazioni di mercato di vendita;

2) è obbligatorio l’uso di mascherine anche nella fase di allestimento/disallestimento mentre l’uso di guanti può essere sostituito da un’igienizzazione frequente delle mani;

3) dovranno essere disponibili per la clientela sistemi per la disinfezione/igienizzazione delle mani presso ogni banco;

4) in tutte le fasi del mercato (montaggio, carico e scarico merce, vendita, smontaggio) dovrà essere mantenuto il distanziamento interpersonale di almeno 1 metro tra operatori e tra clienti (anche tra quelli in attesa di essere serviti);

5) nel caso di acquisti con scelta in autonomia e manipolazione del prodotto da parte del cliente, è obbligatoria la disinfezione delle mani prima della manipolazione della merce. In alternativa, dovranno essere messi a disposizione della clientela guanti monouso da utilizzare obbligatoriamente;

6) è sospesa la vendita di beni usati;

Per la clientela

1) obbligo di utilizzo della mascherina all’interno dell’area mercatale;

2) permanere all’interno dell’area solo per il tempo strettamente necessario agli acquisti;

3) obbligo di misurazione della temperatura corporea, effettuata dagli addetti alla vigilanza, igienizzazione delle mani all’ingresso degli accessi delle aree mercatali e divieto di accesso per le persone con temperatura superiore a 37,5 °.

Saranno approntate, inoltre, le ulteriori seguenti misure:

1) la perimetrazione delle aree mercatali creando un varco di accesso e di uscita per ogni area mercatale (in allegato le planimetrie) e posizionamento delle colonnine di igienizzazione;

2) il posizionamento di apposita cartellonistica tesa all’informazione sui comportamenti corretti in italiano e in inglese all’ingresso di ogni corsia;

3) la presenza di addetti (personale comunale e/o volontari e/o operatori della vigilanza) alla regolamentazione e scaglionamento dei flussi all’interno delle corsie in modo da garantire l’accesso in modo ordinato (e, se necessario, per contingentare gli ingressi) allo scopo di evitare assembramenti e assicurare il mantenimento della distanza di almeno 1 metro tra gli utenti ed, infine, misurazione preventiva della temperatura corporea di tutte le persone in ingresso alle aree perimetrate.

Le violazioni alla presente ordinanza sono punite con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 400 euro ad 1.000 euro.

Mercato agroalimentare e mercati di vendita diretta da parte di imprese agricole: Per il mercato agroalimentare (in gestione diretta dell’Amministrazione comunale), l’ordinanza stabilisce che a decorrere da martedì 23 febbraio e fino a sabato 6 marzo 2021 la vendita diretta può essere effettuata alle condizioni del seguente Piano (si tratta delle misure già imposte con l’ordinanza sindacale n. 10 del 13.11.2020, per analoga esigenza di contrastare e contenere la diffusione del virus):

Mercato agroalimentare (in gestione diretta dell’Amministrazione Comunale): l’area del mercato è recintata e provvista di 4 cancelli: verrà reso disponibile un solo cancello di entrata e uno di uscita su viale Rivalta e inibito l’accesso dai cancelli pedonali che si affacciano sui corselli laterali; il contingentamento degli accessi e il presidio all’uscita, nonché la misurazione della temperatura corporea delle persone in ingresso e l’igienizzazione delle mani, sono garantiti dal personale comunale coadiuvato da due addetti messi a disposizione dalle organizzazioni di categoria dei produttori agricoli; divieto di accesso per le persone con temperatura superiore a 37,5 °.

Per le tutte le altre aree private destinate alla vendita, situate sull’intero territorio comunale occorre che gli operatori o loro associazioni provvedano a quanto segue: 1)  perimetrazione con elementi di delimitazione posizionati in maniera tale da non costituire pericolo; 2) individuazione di entrata ed uscita differenziate; 3) contingentamento degli accessi con la presenza obbligatoria di personale dedicato per garantire il rispetto del divieto di assembramento e garantendo distanziamento interpersonale di almeno 1 metro in tutte le fasi della vendita; 4) posizionamento di cartelli informativi per ricordare l’obbligo del distanziamento anche per le persone in attesa all’esterno dell’area perimetrata; 5) divieto di accesso per le persone con temperatura superiore a 37,5 °.

Per gli tutti operatori:

1) rispetto del piano e delle misure di cui sopra;

2) obbligo di utilizzo della mascherina sia durante per tutto il periodo di permanenza nell’area;

3) obbligo di predisporre cartelli con l’indicazione del divieto di toccare la merce da parte dei clienti;

4) ampia disponibilità e accessibilità a sistemi per la disinfezione delle mani che devono essere sempre disponibili per i clienti accanto a tastiere, schermi touch e sistemi di pagamento, con obbligo di sanificarsi frequentemente le mani;

5) obbligo di distanziamento di 1 metro tra i clienti in attesa di essere serviti e clienti serviti al banco;

6) in tutte le fasi del mercato (montaggio, carico e scarico merce, vendita, smontaggio) dovrà essere mantenuto il distanziamento interpersonale di almeno 1 metro;

Per la clientela:

1) obbligo di utilizzo della mascherina all’interno dell’area mercatale;

2) obbligo di sanificarsi le mani prima di accedere all’area;

3) permanenza all’interno dell’area solo per il tempo strettamente necessario agli acquisti.

Le violazioni alla presente ordinanza sono punite con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 400 euro a 1.000 euro.