Bologna. I carabinieri, durante i servizi di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 effettuati nel week-end dal 19 al 21 febbraio (la domenica l’Emilia-Romagna era già “arancione” e quindi non si poteva fare servizio al banco e al tavolo per bar e ristoranti) nella provincia che comprende il circondario imolese, hanno identificato 843 persone e controllato 592 veicoli oltre a un’ottantina di esercizi pubblici.

Una decina di persone sono state sanzionate per aver violato la normativa di riferimento, tra cui l’obbligo di indossare la mascherina di protezione e il divieto di spostarsi tra le 22 e le 5.

In particolare, a Imola, i carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile hanno sanzionato cinque minorenni, clienti di un esercizio pubblico in pieno centro storico adibito alla vendita di kebab, che si erano assembrati davanti al locale, senza mantenere le distanze di sicurezza.

A Castel Guelfo, i militari dell’Arma hanno sanzionato il titolare di un bar e i suoi cinque clienti perché non stavano rispettando la normativa. Oltre alla sanzione, il titolare si è visto notificare anche la sanzione accessoria della chiusura del locale per cinque giorni.