Imola. Colto da momenti di noia o di rabbia forse per le restrizioni delle libertà dovute alla pandemia da Covid, un 18enne ha danneggiato e imbrattato le aree condominiali di alcuni edifici in Pedagna, facendosi riprendere col telefonino.

Preoccupati dai danni notturni dell'”imbrattatore folle” che agiva utilizzando gli estintori e le manichette anti incendio collocate nei  seminterrati dei palazzi, ben tre amministratori condominiali si sono rivolti ai carabinieri che hanno avviato le indagini sia col metodo classico sia con quello telematico, perché erano venuti in possesso di un video postato su un social network che mostrava il danneggiatore in flagranza di reato.

Le prove raccolte dai militari della Stazione di Imola che hanno esaminato i “Tag” associati al filmato, hanno permesso di risalire all’autore dei fatti, il capo banda 18enne che è stato denunciato per danneggiamento, deturpamento e imbrattamento di cose altrui in concorso perché avrebbe agito con altri giovani in via d’identificazione che dovranno rispondere degli stessi reati.