Faenza. Nonostante l’emergenza sanitaria, la cultura e l’amore per l’arte non si fermano: è stato presentato il programma di massima delle attività del Museo Carlo Zauli di Faenza, un ricco calendario di eventi previsti per quest’anno.

Museo Carlo Zauli Faenza

E’ importante sottolineare che, qualora l’emergenza sanitaria determini ulteriori chiusure del Museo, parte delle iniziative verrà promossa in modalità online, mentre invece gli eventi in presenza verranno organizzati in totale sicurezza, previa prenotazione e con accessi contingentati.

Da gennaio fino a dicembre di quest’anno sono attivi i corsi di ceramica “Experience”, a cura di Monica Zauli, dedicati in particolare al rapporto tra uomo e natura. Le scuole (infanzia, primaria, secondarie di primo e di secondo grado) potranno invece partecipare (virtualmente o in presenza) alle visite guidate al Museo a cura di Matteo Zauli e dello staff del Mcz, che inoltre mette a disposizione il suo cortile (previa prenotazione) per lezioni all’aperto destinate alle scuole del faentino.

Da aprile 2021 verrà attivata una collaborazione Mcz e Podere la Berta, che si concretizzerà nel progetto “Le ceramiche della Berta”, in cui verrà realizzato un piatto in ceramica da alcuni ceramisti del territorio.

A partire dal 29 maggio fino al 30 giugno, il Museo ospiterà invece la mostra “Carlo Zauli/Giuseppe Spagnulo”: le opere degli artisti verranno messe in “dialogo” tra loro. E’ inoltre imminente l’inizio dei lavori relativi all’esperienza dedicata all’artista cinese Shafei Xia, mentre invece (pandemia permettendo) poco dopo il Museo ospiterà la ceramista Eva Pelechovà, oltre a un’ importante collaborazione con il MaMbo di Bologna, che porterà a Faenza alcuni giovani artisti (12 per l’esattezza) partecipanti al progetto “Nuovo forno del Pane”.

Da giugno a novembre avrà luogo il workshop di Ceramica contemporanea in collaborazione con Aicc (parallelamente al progetto Empowering people – L’Arte dell’Inclusione), mentre da luglio a dicembre 2021 si terrà invece il corso per curatori, giunto alla sua ottava edizione e coordinato da Guido Molinari, docente di Psicologia dell’Arte presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna, nonché co-curatore del progetto “Residenza d’artista”.

L’estate 2021 (periodo da maggio a ottobre) vede il ripetersi della serie di appuntamenti relativi a Mcz Padiglione estate che prevedono incontri con gli artisti del territorio, concerti e appuntamenti musicali, si potranno visitare mostre e installazioni presenti all’interno del Museo. Tra gli appuntamenti principali ricordiamo infine i laboratori con Mona Lisa Tina, rivolti a studenti, educatori, psicologi e operatori sociali e volti a incentivare l’arteterapia per il benessere psicofisico (25 marzo 2021, 13 luglio, 17 luglio; il primo e il terzo corso sono a pagamento, mentre il secondo è gratuito e a numero chiuso per un massimo di 8 iscritti).

Per maggiori informazioni sul programma, visitare il sito www.museozauli.it o scrivere a museocarlozauli@gmail.com.

(Annalaura Matatia)