Bologna. Se l’esternazione del presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, sulla possibile riapertura dei ristoranti in orario serale, raccogliendo un cavallo di battaglia della Lega, ha sollevato più di un malumore all’interno del suo stesso partito, a consideralo un vero e proprio errore è il Movimento 5 stelle: “Azzardare ipotesi sulla riapertura dei ristoranti alla sera senza che siano validate dagli esperti, rischia di far passare un messaggio sbagliato nei confronti dei cittadini e degli imprenditori stessi – si legge in un comunicato di Silvia Piccinini, portavoce del Movimento in Regione -. Soprattutto quando ci sono interi comuni della nostra regione che si stanno pericolosamente avvicinando a numeri di contagi da zona rossa e subiranno proprio oggi nuove restrizioni”.

Ciò non significa nascondere le difficoltà degli imprenditori, anzi “è giusto e doveroso tenere sempre in grande considerazione l’enorme difficoltà che i ristoratori stanno attraversando, per i quali il Governo deve assicurare immediati e adeguati ristori, ma penso che sia corretto anche nei loro confronti non lasciarsi andare a facili soluzioni e formule che non hanno ancora l’ok del Cts, che dovrà fare le proprie valutazioni tenendo conto dei dati sulla diffusione dei contagi anche quando si parla della possibile riapertura di alcune attività, come per esempio quelle legate al mondo della ristorazione – aggiunge Silvia Piccinini – Serve ancora prudenza e al momento la priorità che ci deve vedere uniti è quella di accelerare sulla distribuzione dei vaccini perché sono gli unici strumenti che ci consentono di ridare certezze alle categorie imprenditoriali penalizzate dalla pandemia e sperare di tornare al più presto alla nostra vita così come la conoscevamo prima dell’inizio di questa terribile pandemia” conclude la capogruppo regionale M5S.