Castel San Pietro (Bo). Buone notizie sul rispetto delle regole al mercato di lunedì 1 marzo nel centro storico della città del Cassero. La task force composta da Polizia Locale e volontari di Gruppo Alpini e Associazione Carabinieri, che ha effettuato un monitoraggio a vista continuativo per 6 ore nel corso di tutta la mattinata, ha riferito che al mercato erano presenti poche persone e tutte con la mascherina.

“Eravamo pronti a sanzionare avventori e ambulanti senza mascherina, o i partecipanti di eventuali assembramenti – sottolinea il comandante Leonardo Marocchi -, ma fortunatamente tutto si è svolto secondo le regole”.

“Siamo molto contenti che dal 1° marzo mattina al mercato tutto si sia svolto nell’osservanza delle prescrizioni e nel rispetto gli uni degli altri: è ottimo che siamo in grado di conciliare attività economiche e sicurezza – aggiunge il sindaco Fausto Tinti –. Il possente e costante controllo degli accessi e dell’intera zona mercatale è stata la misura necessaria per far sentire tutti tranquilli che in questa occasione di vita della comunità non ci siano rischi effettivi di contagio e ha probabilmente fatto da deterrente anche per chi, in epoche normali, avrebbe usato la scusa del mercato anche per vivere un po’ di socialità nella nostra città. Questo purtroppo non è il momento più adatto per farlo e ringrazio tutti i cittadini per essersi comportati con grande responsabilità e aver dato ascolto ai nostri numerosi appelli. Come sindaco sto, inoltre, valutando se proibire durante l’acquisto, o confinare in specifiche zone dedicate, la possibilità di fumare ai cittadini, in modo che tale abitudine, che si svolge con la mascherina abbassata, avvenga alle giuste distanze a tutela di sé e degli altri”.