Imola. Estremamente ubriaco prima ha minacciato i familiari, poi ha tentato di strangolare il cane della fidanzata con un guinzaglio. La donna è intervenuta in soccorso dell’animale, un pit bull di taglia media dal carattere docile, ma l’uomo l’ha allontanata facendola sbattere contro un muro e ha continuato la manovra di soffocamento lento del cane.

Di fronte a una totale assenza di collaborazione dell’uomo che stava diventando sempre più violento, i carabinieri intervenuti su segnalazione dei vicini alla Centrale verso le 23 del 2 marzo lo hanno neutralizzato bloccandolo a terra e traendo in salvo il cane. L’uomo, indentificato in un 30enne italiano, già ben conosciuto dalle forze dell’ordine e socialmente pericoloso, è stato arrestato e messo in camera di sicurezza a disposizione dell’Autorità giudiziaria, in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto.

Le motivazioni dell’arresto sono per resistenza, oltraggio a un pubblico ufficiale e maltrattamento di animali.