Imola. Giovedì 4 marzo scatterà la zona rossa in tutto il territorio della Città metropolitana di Bologna, che comprende anche Imola e gli altri 9 Comuni del Circondario.

Alla luce della nuova ordinanza regionale, che viene firmata oggi, si precisa che i nidi e le scuole d’infanzia saranno chiusi da lunedì 8 marzo, per consentire alle famiglie di meglio organizzarsi, quindi giovedì 4 e venerdì 5 marzo saranno aperti. Il 4 e il 5 marzo saranno aperti anche parrucchieri e barbieri, in base al DPCM attualmente in vigore, per poi chiudere dal 6 marzo, con l’entrata in vigore del nuovo DPCM.

Dal 4 marzo saranno invece chiusi i centri estetici e tutti i negozi a parte quelli di generi alimentari. Sarà chiuso il mercato ambulante trisettimanale, mentre rimangono aperti i banchi per la vendita di generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici: pertanto si svolgeranno il mercato agroalimentare di viale Rivalta (martedì, giovedì e sabato, al mattino) e il mercato della Terra (nell’area area mercato agroalimentare, in viale Rivalta 15,30-18,30 ), osservando regole precise, che prevedono il contingentamento in entrata, la misurazione della febbre e la presenza di postazioni per la sanificazione delle mani.

“Ci rendiamo conto della difficile situazione, ma purtroppo non dipende dal Comune di Imola. E’ la gravità del quadro epidemiologico ad imporlo. Stiamo cercando di fornire il maggior numero di informazioni necessarie per dare alle persone tutte le indicazioni nel più breve tempo possibile. In questa situazione già complicata e difficile di suo, per tutti, servono informazioni chiare e certe, in modo che cittadini, famiglie, imprese sappiano con certezza e il più possibile in anticipo cosa potranno o non potranno fare a partire dai giorni successivi. Di certo posso anticipare che da parte del Comune non ci saranno ulteriori ordinanze restrittive rispetto a quanto previsto dalla nuova ordinanza regionale”, commenta il sindaco Marco Panieri.