Imola. Il Comune garantisce alle famiglie la possibilità di effettuare anche a domicilio gli interventi educativo-assistenziali per alunni con disabilità, pure nella fascia 0/6 anni, a partire dall’8 marzo. Ricordiamo che da quella data anche nidi e materne dovranno sospendere l’attività didattica in presenza, in base alle disposizioni assunte nei giorni scorsi dalla Regione, per prevenire il rischio di contagio da Covid  19. L’Amministrazione Comunale conferma, infatti, le risorse di personale educativo-assistenziale destinate all’inclusione scolastica per i propri residenti e già assegnate agli istituti scolastici, alle scuole dell’infanzia e ai nidi, al fine di assicurare la maggiore continuità possibile all’attuazione dei piani educativi individualizzati.

Ricordiamo che le disposizioni in vigore prevedono per gli alunni con disabilità la possibilità di dare continuità all’attività didattica ed educativa nei locali scolastici  (nel rispetto di tutte le disposizione per la prevenzione del contagio da Covid), oltre che in modalità a distanza. Qualora non sia possibile l’attività  negli spazi scolastici e l’intervento in modalità a distanza non sia adeguato alle necessità dell’alunno/a, sarà possibile attivare un intervento educativo domiciliare. Per ottenere l’intervento domiciliare, che è gratuito per le famiglie, al pari di quello effettuato a scuola, i genitori dovranno farne richiesta alla scuola frequentata dal bambino e la scuola dovrà inoltrare la richiesta al Servizio Diritto allo Studio del Comune di Imola.

“Come è stato predisposto nei giorni scorsi per gli altri livelli scolastici (primaria e secondaria), anche per la fascia 0/6, ovvero per i nidi e la scuola d’infanzia, il Comune mette in campo gli interventi educativi e di assistenza, per gli alunni con disabilità. Nella situazione di emergenza chi è più fragile ha ancora più bisogno. E’ un principio che vale sempre, oltre che per le situazioni economiche e sociali, ancora di più per i casi in esame. Pertanto, il Servizio Diritto allo Studio del Comune mette a disposizione tutte le risorse per l’inclusione degli alunni con disabilità anche in questo periodo segnato dal Covid, esattamente come accade durante tutto l’anno scolastico educativo – spiega Fabrizio Castellari, vicesindaco con delega alla Scuola -. Esprimo l’apprezzamento e la gratitudine dell’Amministrazione comunale verso le operatrici e gli operatori di questo servizio così delicato, oltre alla vicinanza verso quelle famiglie che affrontano quotidianamente queste situazioni così delicate, che vanno anche oltre la complessità e le difficoltà che gravano su tutti in questo periodo di emergenza”