Nell’Ausl di Imola anche la giornata odierna è contrassegnata da 4 decessi: si tratta di 4 cittadini di Imola: 3 uomini di 89 – 89 – 90 anni e 1 donna di 82 anni. In tre giorni sono ben 14 le vittime. Dopo le dichiarazioni del sindaco di Imola, secondo il quale la nuova ondata avrebbe trovato terreno fertile nell’imolese, ci si chiede se non era possibile porre un freno prima al crescere dei contagi, un po’ come era accaduto un anno fa quando Medicina chiuse tutto dopo il focolaio nel centro sociale. Ora la speranza è che si affronti al situazione con tutte le misure possibili per cercare di arginare il dilagare dei contagi che oggi segnano un + 129 (773 tamponi molecolari e 568 antigenici rapidi refertati) con un indice di positività al 9,6% (ieri 8,4%). In Italia 20.765 positivi con 207 decessi, indice di positività al 7,7 (ieri 6,7%). In regione 3.056 positivi ed indice all’11,8 contro l’8,8% di 24 ore fa.

Aggiornamento Italia ore 14 del 7 marzo

A livello nazionale 207 decessi e 20.765 positivi (ieri 23.641) con 271.336 tamponi (ieri 355.024). I decessi da inizio pandemia sono 99.785, i casi complessivi 3.067.486. Ancora in crescita gli attuali positivi: 472.862 (in giornata + 7.050), così come dei ricoverati nelle terapie intensive, 34 in più di ieri, per un totale di 2.605, e dei ricoverati con sintomi: 21.144 (+ 443). I guariti odierni sono 13.467 per un totale di 2.494.839.

L’Emilia Romagna oggi registra 31 decessi (ieri 25). I positivi sono 3.056 (ieri 3.232), con 25.888 tamponi (ieri 36.607). I guariti sono 522, in crescita i casi attivi totali: 54.935 (+ 2.503 rispetto a ieri). Crescono ancora i pazienti ricoverati in terapia intensiva: 283 (+ 8 in più rispetto a ieri).

I positivi in Italia

La Lombardia resta la regione con il più alto numero di contagi in giornata: 4.397 (ieri 5.658), seguono Emilia Romagna 3.056 (ieri 3.232), Campania 2.560 (2.843), Piemonte 1.543 (1.793), Lazio 1.399 (1.563), Toscana 1.355 (1.293), Veneto 1.229 (1.539), Puglia 1.155 (1.483). Le altre regioni sono sotto i mille contagiati in giornata.

La situazione di ieri >>>>

La situazione in Italia in tempo reale >>>>

Le vaccinazioni in Italia >>>>

La situazione nell’Ausl di Imola

Su 773 tamponi molecolari e 568 antigenici rapidi refertati, sono 129 i nuovi casi positivi registrati dall’Ausl di Imola (19 fino ai 14 anni, 21 nelle fascia di età 15-24 anni; 31 nella fascia 25-44 anni; 41 nella fascia 45-64; 17 dai 65 anni in su) di cui 71 asintomatici e 58 sintomatici. 65 positività sono emerse tramite tracciamento, 71 persone erano già isolate e 9 sono riferibili a focolaio già noto.

Oggi non sono registrate guarigioni. I casi attivi sono 2207 (2082 ieri), mentre sono 9.994 i casi totali da inizio pandemia. Stabili i ricoveri nelle degenze internistiche Covid, 95, di cui 16 in fase post acuta. Ancora 8 i pazienti in Emergency care unit, scendono a 23 le persone in terapia intensiva (di cui 8 ad Imola).

Alla data di ieri erano 6969 le persone vaccinate con almeno 1 dose, di queste 4218 hanno già completato il ciclo vaccinale di due dosi

Nell’arco della prossima settimana l’Ausl di Imola – in parallelo alle vaccinazioni che vengono eseguite all’Hub Osservanza, alle Case della Salute, al domicilio degli allettati, nelle residenze disabili e dai Medici di famiglia – vaccinerà tutti i pazienti in dialisi, che eseguiranno la vaccinazione direttamente in reparto al termine del periodico trattamento.

La situazione in regione

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 279.646 casi di positività, 3.056 in più rispetto a ieri, su un totale di 25.888 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 11,8%, non indicativa dell’andamento generale visto il numero di tamponi effettuati che la domenica è inferiore rispetto agli altri giorni. Inoltre, nei festivi soprattutto quelli molecolari vengono fatti soprattutto su casi per i quali spesso è atteso il risultato positivo.

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, in maggioranza già immunizzati, poi gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni, e le persone dagli 85 anni in su; proseguono le prenotazioni per quelle dagli 80 agli 84 anni, iniziate il 1^ marzo. Poi il personale scolastico e le forze dell’ordine.

Le vaccinazioni in Emilia Romagna >>>>

Alle ore 14 sono state somministrate complessivamente 479.455 dosi; sul totale, 153.989 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 1.399 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 698 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 819 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 41 anni.

Sui 1.399 asintomatici, 706 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 172 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 23 con gli screening sierologici, 21 tramite i test pre-ricovero. Per 477 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 916 nuovi casi e Modena con 460; poi Rimini (276), Ravenna (267), Reggio Emilia (258), Parma (206), Cesena (198), Ferrara (184). Seguono il territorio di Imola (129), il circondario di Forlì (117) e la provincia di Piacenza (45).

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 16.491 tamponi molecolari, per un totale di 3.538.159. A questi si aggiungono anche 46 test sierologici e. 9.397 tamponi rapidi.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 522 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 213.934.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 54.935 (+2.503 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 51.839 (+2.435), il 94,3 % del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 31 nuovi decessi: 15 in provincia di Bologna (7 donne, di 78,81,86,87, 88, 90, di cui una di 82 nell’imolese e 8 uomini, di 72, 80, 87, 90, 97 di cui 3 nell’imolese di 89,89,90 anni), 5 in provincia di Modena (5 uomini di 73,80,86,90,95 anni); 5 in provincia di Rimini (4 donne di 78,80,89,91 e un uomo di 88 anni), 3 in provincia di Forlì-Cesena (tutti uomini di 81,91,96), 2 in provincia di Reggio Emilia (una donna di 86 e un uomo di 91 anni) e 1 uomo di 70 anni in provincia di Ferrara. Nessun decesso nelle province di Piacenza, Parma e Ravenna.

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 10.777.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 283 (+8 rispetto a ieri), 2.813 quelli negli altri reparti Covid (+60).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 10 a Piacenza (invariato rispetto a ieri), 14 a Parma (-1), 26 a Reggio Emilia (+2), 54 a Modena (+1), 84 a Bologna (+5), 23 a Imola (-1), 27 a Ferrara (+1), 11 a Ravenna (invariato), 5 a Forlì (-1), 7 a Cesena (invariato) e 22 a Rimini (+2).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 20.430 a Piacenza (+45 rispetto a ieri, di cui 23 sintomatici), 19.054 a Parma (+206, di cui 114 sintomatici), 35.130 a Reggio Emilia (+258, di cui 126 sintomatici), 48.772 a Modena (+460, di cui 238 sintomatici), 58.407 a Bologna (+916, di cui 528 sintomatici), 9.994 casi a Imola (+129, di cui 58 sintomatici), 16.140 a Ferrara (+184, di cui 29 sintomatici), 21.389 a Ravenna (+267, di cui 161 sintomatici), 10.661 a Forlì (+117, di cui 92 sintomatici), 13.283 a Cesena (+198, di cui 109 sintomatici) e 26.386 a Rimini (+276, di cui 179 sintomatici). /CL