Spett. redazione,
con la scomparsa di Franco Dal Re Imola perde un concittadino che amava la propria città ed un prezioso amante dell’arte e della cultura. Era un grande promotore dell’eccellente pittore, Tonino Dal Re, suo padre. Con Franco abbiamo portato avanti insieme tante battaglie a tutela del patrimonio artistico e culturale in città.

Caro Franco, ricordo il 2016, quando mi ha donato un bozzetto dell’auto Miura Lamborghini affinché io potessi utilizzarlo come premio in occasione della manifestazione da me organizzata al Circolo Sersanti, “Nati sotto l’orologio”, occasione in cui abbiamo premiato, io e te fierissimi di farlo, il grande Stefano Domenicali.

Ricordo il 2017, quando abbiamo proposto varie mozioni al bilancio comunale per la tutela del patrimonio artistico e delle opere Tonino dal Re. Ricordo il 2018, quando hai accettato di candidarti, con me capolista, alle amministrative, con l’intento non partitico ma ideale di chi si proponeva sempre con spirito di amore verso la libertà.

Ricordo il 2019, quando abbiamo organizzato e presentato insieme la mostra sulle opere a tema “bucolico, fantastico e agreste” di tuo padre Tonino, a Sesto Imolese, in collaborazione con la Bim di Imola, in occasione della festa dell’agricoltura.

Ricordo il tuo dono, a favore del museo e archivio parrocchiale di Sesto Imolese, delle tante formelle della Beata Vergine Maria, da te realizzate: verso la Madonna avevi una semplice ma sincera devozione, dedicasti quell’omaggio al tuo caro Padre e alla tua amata Franca, che ti precede all’altare di Dio.

Oggi, che non sei più qui, vivo con l’auspicio che per chi ha Fede in Cristo, la vita non è tolta ma trasformata. Continuerò a portare avanti la tua battaglia per l’arte e la cultura nella nostra amata città di Imola.

A Dio caro Franco, vecchio amico mio.

(Nicolas Vacchi – Vicepresidente del Consiglio comunale di Imola – Presidente del gruppo consiliare Fratelli d’Italia Imola)