Imola. Come da programma concordato fra Comune ed Hera, lunedì 8 marzo ha preso il via l’operazione di pulizia e lavaggio di tutti i contenitori delle Isole Ecologiche di Base, con l’utilizzo di una particolare attrezzatura montata sulle spazzatrici, chiamata Sweepy-Jet.

Si tratta di un braccio estensibile fino a un massimo di 10 metri, dotato di lancia con getto di acqua a pressione installato su una spazzatrice, che consente di potenziare la pulizia attorno alle Isole Ecologiche di Base. Questo sistema innovativo per il lavaggio, lo spazzamento e l’igienizzazione di strade e marciapiedi è stato introdotto nella nostra città nel 2019 a seguito di uno studio combinato dell’Ufficio Ambiente del Comune ed Hera e permette all’operatore a terra di pulire con efficienza e facilità anche nelle zone dove i sistemi tradizionali non arrivano, sia fra i cassonetti e i vari contenitori sia sotto di loro: infatti, un sistema di controllo muove automaticamente i motori dei due bracci, seguendo ogni movimento dell’operatore. Inoltre, in accordo con l’Ausl di Imola, il Comune ed Hera hanno deciso di abbinare all’acqua sali di ammonio così da aggiungere all’operazione di lavaggio quella di disinfezione di tutti i cassonetti e delle aree adiacenti.

Le operazioni di pulizia sono iniziate dalla zona sud del territorio comunale, esattamente da Ponticelli, per risalire verso nord; per completare un ciclo di lavaggio occorreranno circa 4 settimane. Ricordiamo che nell’intero territorio comunale, comprese le frazioni, sono presenti 400 Isole Ecologiche di Base.

Questo tipo di intervento di pulizia e lavaggio di tutti i contenitori delle Isole Ecologiche di Base della città avviene 4 volte all’anno e quello attualmente in corso è il primo di quelli in programma per il 2021.

“Il lavaggio dei cassonetti è una delle azioni mirate a migliorare il decoro e la pulizia delle Isole Ecologiche di Base del nostro territorio, e si affianca a quelle di spazzamento e contrasto all’abbandono dei rifiuti. E’ una pulizia profonda che, con gli additivi, ci permette oltre a lavare, di disinfettare i cassonetti e le aree adiacenti”, commenta Elisa Spada, assessora all’Ambiente del Comune.

Informazioni utili – Attualmente, le tessere dei servizi ambientali che servono ad aprire i cassonetti della raccolta differenziata a Imola e a conferire più velocemente alla stazione ecologica, possono essere ritirate esclusivamente agli sportelli tessere di Hera aperti alla stazione ecologica di Imola, in via Brenta 4 (traversa di via Lasie), il sabato dalle 15 alle 18, e al Borghetto (Mercato coperto), via Rivalta, 1° piano, il mercoledì e il giovedì dalle 9 alle 12. Agli sportelli, insieme alla coppia di tessere in dotazione vengono consegnati anche la pattumella per l’organico, i sacchetti compostabili e, per il servizio di raccolta porta a porta, attivo nel centro storico della città, i sacchi azzurri per la carta, i sacchi gialli per la plastica e i bidoncini grigi individuali per i rifiuti indifferenziati. Si ricorda che, in caso di subentro, trasferimento o cambio di intestazione del contratto Tari, le tessere verranno disabilitate, perciò devono essere sostituite.

Si ricorda che per ogni dubbio su come fare la raccolta differenziata, è a disposizione l’app di Hera “Il Rifiutologo”, scaricabile gratuitamente e che si interfaccia anche con Alexa.