Castel San Pietro (Bo). Con l’asfaltatura del tratto di viale Terme che va dall’ingresso dello stabilimento termale fino alla chiusa e la sistemazione di buche e cunette su tutto il viale, è ripartito lunedì 15 marzo il programma di manutenzione straordinaria delle pavimentazioni stradali nel territorio del Comune di Castello, affidate tramite l’accordo quadro stipulato da Area Blu con la Città Metropolitana. In particolare si tratta dell’ultimo ordinativo finanziato con le risorse stanziate nel 2020, per un costo di circa 450mila euro.

Gli interventi in viale Terme si sono resi necessari per le deformazioni causate dalle radici dei pini marittimi, un’essenza non adeguata a convivere con gli asfalti troppo vicini.

Una volta terminati i lavori in viale Terme, il cantiere successivo aprirà in via San Biagio, nel tratto tra la via Emilia e via Poggio. In seguito sono previste asfaltature in via Puglie, via Friuli, via San Carlo (il tratto tra il parcheggio nord della stazione ferroviaria e via Madonnina), via San Martino, via Bastiana (tratto interno alla Gaiana) e un tratto di via Tanari.

Concluse queste asfaltature finanziate nel 2020, si proseguirà con una nuova programmazione finanziata nel Bilancio previsionale 2021 con nuove risorse che ammontano a 600mila euro per la sistemazione delle strade, più 100mila per i marciapiedi.

“Riprendiamo l’imponente programma di riqualificazione stradale – afferma l’assessore ai Lavori pubblici Giuliano Giordani -. La manutenzione di strade e marciapiedi è uno degli obiettivi prioritari di questa Amministrazione comunale, fondamentale per garantire la sicurezza dei cittadini su una rete stradale estesa come quella che caratterizza il territorio di Castel San Pietro Terme. Questi interventi, che poggiano su un investimento di circa 450 mila euro stanziati nel 2020, proseguiranno sul resto del territorio e saranno potenziati da opere di manutenzione dei marciapiedi per le quali le risorse sono state messe a bilancio per il 2021 nel documento economico approvato dal Consiglio comunale. Si tratta di un ulteriore investimento dal valore complessivo di 700mila euro”.