Castel del Rio. Tre giovani, dopo aver prodotto un videoclip con musica rap, in cui saltavano e ballavano imbracciando un fucile d’assalto e un lancia granate, lo hanno diffuso sui social network suscitando un allarme tra gli abitanti del paese della Vallata che avevano riconosciuto il territorio nella location del filmato.

Nonostante l’utilizzo dei passamontagna per nascondersi il volto e simulare dei terroristi, i ragazzi, due incensurati e uno giàconosciuto alle forze dell’ordine, sono stati rintracciati dai militari dell’Arma che li hanno sottoposti a una perquisizione domiciliare. Questa ha permesso di recuperare le armi utilizzate per produrre il filmato e accertare che si trattava di repliche da “Softair” sprovviste del tappo rosso, pertanto identiche a quelle vere.

“Abbiamo fatto un’idiozia” è quanto hanno riferito ai carabinieri che chiedevano spiegazioni per capire i motivi che li avevano spinti a spaventare la gente del posto.

I tre giovani, tutti maggiorenni, sono stati denunciati per procurato allarme presso l’autorità