Dozza. E’ stato attivato nel territorio comunale del borgo medievale un servizio di supporto ai cittadini che, a causa dell’emergenza sanitaria in atto, necessitano di aiuto per la gestione e l’accudimento dei propri animali d’affezione. L’emergenza sanitaria in atto ha dimostrato quanto sia prioritario e fondamentale da parte delle Amministrazioni locali il supporto alla popolazione per poter mantenere un livello accettabile di benessere.

Attivare la consegna dei beni di prima necessità, l’ascolto e la vicinanza ai propri cittadini è stato ciò che attraverso i volontari dell’Associazione Rambaldi e i volontari del gruppo comunale si è garantito nel tempo. In questo lungo anno sono stati molteplici i bisogni emersi, ad ognuno l’Amministrazione Comunale di Dozza ha cercato di dare una pronta risposta.

I contatti telefonici con i cittadini, tramite il servizio “Volontari al telefono”, attivato dall’Amministrazione Comunale, hanno messo in evidenza diverse questioni, tra cui il fatto che, più che mai in questa emergenza, gli animali siano risultati parte integrante dei nuclei famigliari e spesso i proprietari hanno segnalato che erano pronti a qualsiasi cosa pur di non separarsi dal loro animale, raccontando anche che gli animali hanno un effetto benefico sulla loro salute, offrono compagnia e riducono stati d’ansia. Isolamento e quarantena sono causa di fenomeni di stress che possono essere accentuati dall’isolamento sociale.

E ‘in questo contesto che si inserisce l’attivazione del servizio di volontariato per il supporto ai cittadini nella gestione e accudimento degli animali d’affezione. Questo servizio che viene svolto dai volontari iscritti nell’Albo Comunale, prende ispirazione ed indicazioni da quanto definito dall’ Accordo per il soccorso degli animali d’affezione in caso di calamità, approvato dalla regione Emilia-Romagna con propria deliberazione del 2019.

L’intervento dei volontari è attivato dal Centro Operativo Comunale su richiesta diretta del cittadino costretto in isolamento e senza la possibilità di poter contare su risorse parentali  o amicali idonee a poter svolgere questa attività in sicurezza e con la formazione necessaria.

“Voglio ringraziare – commenta il sindaco Luca Albertazzi – Gemma Mengoli, responsabile del Centro Operativo Comunale nella funzione di supporto alla popolazione, e tutti i volontari coinvolti. Siamo fieri del fatto che Dozza riesca a raggiungere livelli di eccellenza in situazioni come questa, in cui è fondamentale far sentire alla popolazioni la vicinanza dell’Amministrazione Comunale. Questa esperienza, al pari di molte altre, ci vede tra i primi in assoluto in termini di operatività e servizi resi ai cittadini e questo è per noi motivo di grande soddisfazione”.