Imola. La notizia corre veloce sul web. I Pearl Jam hanno ufficialmente rimandato, così come ha fatto pure Vasco Rossi, il loro concerto in  programma quest’anno nel paddock dell’autodromo “Enzo e Dino Ferrari” al prossimo anno e precisamente il 25 giugno del 2022.

La fama del gruppo, il loro particolare tipo di grunge-rock, le capacità sonore, sono note in tutto il mondo da trent’anni. Infatti fu proprio nel marzo 1991 che i Pearl Jam entrarono nei London Bridge Studios di Seattle per registrare il loro album di debutto Ten.[15] A questo periodo risale la realizzazione della colonna sonora del film di Cameron CroweSingles – L’amore è un gioco, con le canzoni State of Love and Trust e Breath. I Pearl Jam partecipano alle riprese di tale film, interpretando la band Citizen Dick.

Uno dei concerti trionfanti dei Pearl Jam
(Foto it.wifipedia.org)

Con il successo di Ten, i Pearl Jam si aggiudicarono un posto tra le pietre miliari del grunge assieme a NirvanaSoundgarden e Alice in Chains.

Nel 1992 il gruppo fece delle apparizioni televisive al Saturday Night Live, all’MTV Unplugged e ottenne un posto al tour del Lollapalooza con i Red Hot Chili Peppers, i Soundgarden e i Ministry.

La popolarità dei Pearl Jam aumentò in gran misura, investendo soprattutto il frontman Vedder.[10] Il gruppo ricevette quattro premi agli MTV Video Music Awards del 1993 per Jeremy, come “Video of the Year”, “Best Group Video”, “Best Rock Video”, “Best Direction in a Video”, ma si rifiutava di girare un video per Black nonostante le pressioni della casa discografica.

E tante altre perle del rock che si spera di ascoltare nuovamente a Imola, fra poco più di un anno, si spera finalmente fuori dalla pandemia.