Rt a 0.98 e incidenza 233 casi su 100mila abitanti. I dati elaborati dalla Cabina di regia del ministero della Salute sono in miglioramento, ma resta elevato il carico sulle strutture sanitarie sia in area medica 44% che in terapia intensiva 41%. “A causa del diffondersi delle varianti è bene rispettare le regole e accelerare la campagna vaccinale”, sottolineano i tecnici.

Intanto però all’improvviso il ministro della Salute, Roberto Speranza, cambia le regole per il passaggio tra zone, da dopo Pasqua basterà una solo settimana per cambiare colore. Quindi basterà che la settimana precedente i valori siano da zona arancione per rendere possibile dopo sette giorni l’uscita dalla zona rossa. Ciò permetterà a Veneto, Marche e Provincia di Trento di diventare arancioni dal 6 aprile. Niente da fare, invece, per l’Emilia Romagna, che presenta ancora valori di rischio molto alti, per cui resterà in zona almeno fino al 20 aprile.

Il monitoraggio settimanale della Cabina di regia >>>>

La situazione della giornata

Nessun decesso anche oggi nell’Ausl di Imola. I nuovi casi sono 40 (727 tamponi molecolari e 335 antigenici rapidi) con l’indice di positività che scende al 3,8% (ieri 4,2%). In Italia i decessi sono 481 (ieri 501), 21.932 i casi, indice stabile 6,6%. In Emilia Romagna 1.830 positivi, 56 decessi, indice leggermente in crescita al 6% (ieri 5,8%).

Aggiornamento Italia ore 12 del 2 aprile

A livello nazionale 481 decessi e 21.932 positivi (ieri 23.649) con 331.154 tamponi (ieri 356.085). I decessi da inizio pandemia sono 110.328, i casi complessivi 110.328. Ancora in crescita gli attuali positivi: 565.295 (nelle 24 ore + 1.816). Tornano a crescere i ricoverati nelle terapie intensive, il saldo tra ingressi e uscite segna + 23, ma rimangono elevati i nuovi ingressi: 232, ieri 244, per un totale di 3.704. Calano i ricoverati con sintomi, 245 in meno per un totale di 28.704. I guariti nelle 24 ore sono 19.620 per un totale di 2.953.377.

L’Emilia Romagna registra 56 decessi (ieri 67). I positivi sono 1.830 (ieri 1.809), con 30.248 tamponi (ieri 31.192). I guariti sono 874, tornano a crescere i casi attivi totali: 73.249 (+ 900 rispetto a ieri). Ancora con segno meno i ricoverati nelle terapie intensiva: – 10, per un totale di 371, calano anche i ricoverati negli altri reparti Covid: 3.299 (- 36).

I positivi in Italia

La Lombardia resta la regione con il maggior numero di positivi in giornata: 3.941 (4.483), seguono Campania 2.057 (2.258), Puglia 2.044 (2.369), Piemonte 1.942 (2.584), Lazio 1.918 (1.838), Emilia Romagna 1.830 (ieri 1.809), Toscana 1.640 (1.631), Veneto 1.567 (1.633), Sicilia 1.222 (1.282). Le altre regioni sono sotto i mille contagiati in giornata.

La situazione di ieri >>>>

La situazione in Italia in tempo reale >>>>

Le vaccinazioni in Italia >>>>

La situazione nell’Ausl di Imola

Su 727 tamponi molecolari e 335 antigenici rapidi, sono 40 i nuovi casi positivi (2 da altre Regioni) registrati dall’Ausl di Imola (4 fino ai 14 anni, 3 nelle fasce di età 15-24 anni; 8 nella fascia 25-44 anni; 16 nella fascia 45-64; 9 dai 65 anni in su), di cui 17 asintomatici e 23 sintomatici. 14 positività sono emerse tramite tracciamento, 1 test per categoria, 2 pazienti pre ricovero. 19 persone erano già isolate. Oggi non si registrano decessi.

I guariti sono 70. I casi attivi sono 1.137 (ieri 1.167), i casi totali sono 11.662 da inizio pandemia.

Diminuisce la pressione sull’ospedale: 72 i ricoveri Covid internistici (-3), 8 i ricoveri in ECU (+ 1), scendono a 19 in terapia intensiva (- 3), di cui 12 ad Imola. Scendono a 20 i ricoveri post acuti all’OsCo Covid (-1).

Alla chiusura di ieri dei centri vaccinali erano 15.251 le persone vaccinate con almeno 1 dose, 7.311 quelle che hanno completato il ciclo vaccinale, 22.562 le vaccinazioni eseguite.

La situazione in regione

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 339.440 casi di positività, 1.830 in più rispetto a ieri, su un totale di 30.248 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 6%.

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, in maggioranza già immunizzati, gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni, e le persone dai 75 anni in su; proseguono le vaccinazioni anche per il personale scolastico e le forze dell’ordine. Nessuna pausa ci sarà per le festività pasquali: gli operatori saranno attivi anche domenica 4 aprile, il giorno di Pasqua, e il giorno successivo, lunedì dell’Angelo.

Le vaccinazioni in Emilia Romagna >>>>

Alle ore 16 sono state somministrate complessivamente 916.640 dosi; sul totale, 301.344 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 726 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 695 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 751 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 43,6 anni.

Sui 726 asintomatici, 457 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 102 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 29 con gli screening sierologici, 17 tramite i test pre-ricovero. Per 121 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Modena con 343 nuovi casi e Bologna (300); poi Parma (276) e Ferrara (215); quindi Ravenna (177), Reggio Emilia (158), Forlì (102) e Rimini (101); a seguire Cesena (79), il Circondario imolese (40) e infine Piacenza (39).

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 15.558 tamponi molecolari, per un totale di 4.028.261. A questi si aggiungono anche 167 test sierologici e 14.690 tamponi rapidi.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 874 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 254.151.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 73.249 (+900 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 69.579 (+946), il 94,9% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 56 nuovi decessi: 2 a Piacenza (due uomini di 69 e 70 anni); 3 a Parma (una donna di 93 anni e due uomini di 43 e 80 anni); 8 a Reggio Emilia (quattro donne di 79, 80, 81 e 85 anni e quattro uomini di 52, 68, 86 e 90 anni); 8 a Modena (quattro donne di 86,94,95 e 96 anni e quattro uomini, di 61, 79, 80 e 88 anni); 18 a Bologna (7 donne, di 63, 72, 78, 83, 87, 90 e 98 anni; 11uomini, di 69, 70, 72, 76, 77, 78, due di 83, poi 87,92 e 96 anni); 1 a Ferrara (una donna di 85); 5 a Ravenna (due donne, di 67 e 96 anni e tre uomini, di 76, 82 e 93 anni), 4 a Forlì (due donne di 85 e 89 anni e due uomini di 63 e 85 anni) e 7 a Rimini (cinque donne di 76, 82, 87, 91 e 93 anni e due uomini di 74 e 87 anni).

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 12.040.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 371 (-10 rispetto a ieri), 3.299 quelli negli altri reparti Covid (-36).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 7 a Piacenza (invariato rispetto a ieri), 29 a Parma (-2), 30 a Reggio Emilia (-2), 72 a Modena (-1), 110 a Bologna (-3), 19 a Imola (-3), 39 a Ferrara (+2), 20 a Ravenna (-1), 10 a Forlì (-1), 7 a Cesena (invariato) e 28 a Rimini (+1).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 21.845 a Piacenza (+39 rispetto a ieri, di cui 26 sintomatici), 23.545 a Parma (+276, di cui 146 sintomatici), 40.860 a Reggio Emilia (+158, di cui 86 sintomatici), 58.025 a Modena (+343, di cui 241 sintomatici), 73.180 a Bologna (+300, di cui 238 sintomatici), 11.662 casi a Imola (+40, di cui 23 sintomatici), 20.595 a Ferrara (+215, di cui 44 sintomatici), 26.589 a Ravenna (+177, di cui 103 sintomatici), 14.040 a Forlì (+102, di cui 71 sintomatici), 16.853 a Cesena (+79, di cui 67 sintomatici) e 32.246 a Rimini (+101, di cui 59 sintomatici).