Pronte le due ordinanze del ministro della Salute, Roberto Speranza, che entreranno in vigore a partire da martedì 6 aprile.
La prima conferma per ulteriori quindici giorni la permanenza in zona rossa per le Regioni Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Puglia, Toscana e Valle d’Aosta.

La seconda dispone il passaggio in area arancione per le Regioni Marche, Veneto e Provincia Autonoma di Trento.

La divisione in zona dal 6 aprile

Area rossa: Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Puglia, Toscana, Val d’Aosta.
Area arancione: tutte le altre

La situazione della giornata

L’Ausl di Imola segnala in giornata il decesso di un uomo di Imola di 70 anni. I nuovi casi sono 40 (407 tamponi molecolari e 355 antigenici rapidi) con l’indice di positività che risale al 5,2% (ieri 3,8%). In Italia i decessi sono 376 (ieri 481), 21.261 i casi, l’indice scende al 5,9% (ieri 6,6%). In Emilia Romagna 1.789 positivi, 38 decessi, indice in calo la 5,6% (ieri 6%).

Aggiornamento Italia ore 12 del 3 aprile

A livello nazionale 376 decessi e 21.261 positivi (ieri 21.932) con 359.214 tamponi (ieri 331.154). I decessi da inizio pandemia sono 110.704, i casi complessivi 3.650.247. In calo gli attuali positivi: 564.855 (nelle 24 ore – 440). Crescono i ricoverati nelle terapie intensive, il saldo tra ingressi e uscite segna + 10, ma rimangono elevati i nuovi ingressi: 234, ieri 232, per un totale di 3.714. Calano i ricoverati con sintomi, 215 in meno per un totale di 28.489. I guariti nelle 24 ore sono 21.311 per un totale di 2.974.688.

L’Emilia Romagna registra 38 decessi (ieri 56). I positivi sono 1.789 (ieri 1.830), con 31.848 tamponi (ieri 30.248). I guariti sono 2.509, tornano in calo i casi attivi totali: 72.480 (- 758 rispetto a ieri). Con segno meno anche i ricoverati nelle terapie intensiva: – 5, per un totale di 366, calano anche i ricoverati negli altri reparti Covid: 3.181 (- 117).

I positivi in Italia

La Lombardia resta la regione con il maggior numero di positivi in giornata: 4.132 (3.941), seguono Campania 2.314 (2.057), Puglia 2.142 (2.044), Piemonte 2.127 (1.942), Emilia Romagna 1.789 (ieri 1.830), Lazio 1.631 (1.918), Veneto 1.563 (1.567), Toscana 1.473 (1.640), Sicilia 1.014 (1.222). Le altre regioni sono sotto i mille contagiati in giornata.

La situazione di ieri >>>>

La situazione in Italia in tempo reale >>>>

Le vaccinazioni in Italia >>>>

La situazione nell’Ausl di Imola

Le 686 persone vaccinate ieri sul territorio portano a 23.248 le vaccinazioni totali, con 7463 persone immunizzate con seconda dose e 15.785 che hanno eseguito la prima.

Su 407 tamponi molecolari e 355 antigenici rapidi, sono ancora 40 i nuovi casi positivi registrati dall’Ausl di Imola (6 fino ai 14 anni, 3 nelle fasce di età 15-24 anni; 13 nella fascia 25-44 anni; 11 nella fascia 45-64; 7 dai 65 anni in su), di cui, come ieri, 17 asintomatici e 23 sintomatici. 17 positività sono emerse tramite tracciamento, 22 persone erano già isolate e solo 1 è riferibile ad un focolaio noto.

I guariti sono 98. I casi attivi sono 1.078 (ieri 1.137), i casi totali sono 11.702 da inizio pandemia.

Ancora 72 i ricoveri Covid internistici, 8 i ricoveri in ECU e 20 in terapia intensiva (+ 1), di cui 7 ad Imola e 21 i ricoveri post acuti all’OsCo Covid.

La situazione in regione

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 341.218 casi di positività, 1.789 in più rispetto a ieri, su un totale di 31.848 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 5,6%.

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, in maggioranza già immunizzati, gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni, e le persone dai 75 anni in su; proseguono le vaccinazioni anche per il personale scolastico e le forze dell’ordine. Nessuna pausa ci sarà per le festività pasquali: gli operatori saranno attivi anche domani, domenica di Pasqua, e il giorno successivo, lunedì dell’Angelo.

Le vaccinazioni in Emilia Romagna >>>>

Alle ore 14 sono state somministrate complessivamente 932.364 dosi; sul totale, 304.476 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 754 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 598 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 809 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 43,5 anni.

Sui 754 asintomatici, 502 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 105 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 35 con gli screening sierologici, 11 tramite i test pre-ricovero. Per 101 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 370 nuovi casi e Modena con 274; poi Reggio Emilia (204), Rimini (194) e Parma (177), quindi Ravenna (154) e Ferrara (141); seguono Cesena (92), Forlì (86), Piacenza (57) e, infine, il Circondario imolese (40).

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 14.284 tamponi molecolari, per un totale di 4.042.545. A questi si aggiungono anche 935 test sierologici e 17.564 tamponi rapidi.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 2.509 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 256.660.

I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 72.480 (-758 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 68.933 (-636), il 95% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 38 nuovi decessi: 3 a Parma (due donne di 46 e 86 anni e un uomo di 86); 3 a Reggio Emilia (due donne, di 52 e 77 anni, e un uomo di 90); 10 a Modena (cinque donne di 79, 80, 87, 92 e 97 anni e cinque uomini di 74, 80, 81, 82 e 96 anni); 9 a Bologna (tre donne di 87, 91 e 92 anni e sei uomini di 58, 63, due di 70 – di cui uno residente a Imola – poi 81 e 83 anni); 8 a Ravenna (una donna di 95 anni e sette uomini, di 60, 70, 82, 83, 84, 91 e 92 anni), 2 a Forlì (due uomini di 72 e 79 anni), 1 a Cesena (un uomo di 68 anni) e 2 a Rimini (una donna di 69 anni e un uomo di 82). Nessun decesso a Piacenza e Ferrara.

In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 12.078.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 366 (-5 rispetto a ieri), 3.181 quelli negli altri reparti Covid (-117).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 8 a Piacenza (+ 1 rispetto a ieri), 30 a Parma (+1), 28 a Reggio Emilia (-2), 69 a Modena (-3), 105 a Bologna (-5), 20 a Imola (+1), 40 a Ferrara (+1), 20 a Ravenna (invariato), 11 a Forlì (+1), 6 a Cesena (-1) e 29 a Rimini (+1).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 21.902 a Piacenza (+57 rispetto a ieri, di cui 34 sintomatici), 23.722 a Parma (+177, di cui 94 sintomatici), 41.064 a Reggio Emilia (+204, di cui 104 sintomatici), 58.299 a Modena (+274, di cui 169 sintomatici), 73.539 a Bologna (+370, di cui 251 sintomatici), 11.702 casi a Imola (+40, di cui 23 sintomatici), 20.736 a Ferrara (+141, di cui 34 sintomatici), 26.743 a Ravenna (+154, di cui 84 sintomatici), 14.126 a Forlì (+86, di cui 62 sintomatici), 16.945 a Cesena (+92, di cui 75 sintomatici) e 32.440 a Rimini (+194, di cui 105 sintomatici).