Il consigliere comunale di Imola Corre Antonio Ussia

Imola. Il consigliere comunale della Lega Carapia, ha interrotto il consigliere di Imola Corre Antonio Ussia in dichiarazione di voto, definendolo “troppo mediterraneo e pasciuto” oltre ad aver apostrofato precedentemente la maggioranza dicendo “come c…o siete messi?”.

“Da inizio mandato assistiamo ad attacchi da parte del consigliere Carapia riguardo la giovane età di alcuni di noi. Spesso siamo stati additati come teleguidati e inesperti, ma oggi si è passato il segno. –  commenta la capogruppo del Pd Francesca Degli Esposti – Deridere un consigliere comunale per l’aspetto fisico e per la propria provenienza territoriale e scendere a questi bassi attacchi personali è quanto mai distante da quello che la politica dovrebbe rappresentare. Prima di tutto occorre poi avere rispetto per le opinioni di tutti e tutte e riteniamo quindi inaccettabili i toni utilizzati l’8 aprile dal consigliere leghista”.


“Riteniamo doveroso invitare il capogruppo della Lega Daniele Marchetti –  continua la consigliera Pd –  a prendere le distanze esplicitamente da questo modo di fare di politica, nella speranza che scene come quella non si verifichino più. Questi atteggiamenti sono ben distanti dal rappresentare un ruolo istituzionale come quello del consigliere comunale. Il consiglio comunale è un luogo nel quale si deve avere il rispetto delle altre forze politiche e prima ancora delle persone e dei cittadini e i toni di Carapia non sono degni di un confronto civile e, anzi, hanno una chiara intenzione spregiativa sia nei confronti dei colleghi consiglieri che del ruolo che è chiamato a ricoprire”.

In conclusione la Degli Esposti aggiunge: “Voglio inoltre esprimere a nome di tutto il gruppo del Partito Democratico di Imola vicinanza al consigliere comunale Ussia di Imola Corre per le gravi ed inaccettabili parole rivolte dal leghista Carapia”.

“All’ultima seduta del consiglio comunale, durante la discussione di una mozione sui canoni sportivi di locazione presentata dai consiglieri appartenenti al gruppo della Lega Simone Carapia e Serena Bugani, proprio nella fase di dichiarazione di voto, Carapia si è rivolto al nostro consigliere, Antonio Ussia, polemico in merito alla posizione assunta dal gruppo, insultandolo pubblicamente riguardo alla sua provenienza geografia e al suo aspetto fisico – scrive in un comunicato il gruppo Imola Corre -. Ma non solo, il consigliere Carapia si è poi rivolto in modo irrispettoso anche nei confronti della consigliera Pd Anna De Veredicis. Non è la prima volta, da inizio mandato, che Carapia si rivolge in modo offensivo alla maggioranza, utilizzando come pretesto la giovane età di alcuni componenti per delegittimarli, ma ieri sera si è raggiunta una vetta inaccettabile”.

Inoltre vari consiglieri della destra hanno sostenuto che i discorsi pronunciati in consiglio comunale dai Consiglieri di “Imola Corre”, Alan Manara e Antonio Ussia, fossero stati scritti da altri e non da loro stessi – continua Imola Corre -. Nulla di più falso. Abbiamo assistito ad uno spettacolo triste e indegno per l’istituzione di cui facciamo parte e che non rispecchia la qualità del dibattito e della civiltà che caratterizza invece la nostra Imola. Siamo profondamente dispiaciuti per la serata trascorsa e, oltre a stringerci attorno al nostro consigliere Antonio Ussia e a ringraziarlo per la dedizione e la tenacia con cui sta svolgendo il mandato affidatogli dai cittadini, espriamo la nostra solidarietà alla consigliera Anna De Veredicis. Chiediamo al Capogruppo in consiglio comunale della Lega, Daniele Marchetti, che essendo anche Consigliere Regionale possiede un profilo politico più ampio, di prendere le distanze dal suo collega di partito Simone Carapia per come si è rivolto in modo offensivo ai consiglieri Antonio Ussia e Anna De Veredicis. Auspichiamo ci sia un’occasione di scuse da parte del Carroccio”.

Pure Imola Coraggiosa Progressista Ecologista intende esprimere, scrive Filippo Samachini, “tutta la sua solidarietà al collega Antonio Ussia del gruppo “Imola Corre” che durante il Consiglio Comunale di giovedì è stato insultato pubblicamente con i termini come “mediterraneo” e “pasciuto” dal consigliere comunale della Lega Simone Carapia. Il livello dello scontro politico all’interno del consiglio comunale può essere duro e aspro ma non deve mai arrivare all’offesa personale tanto più se essa è riferita all’aspetto fisico e/o alla provenienza geografica. Chiediamo al consigliere Carapia di scusarsi pubblicamente e al gruppo consiliare della Lega di prendere le distanze da un comportamento offensivo e non consono al consiglio comunale”.