Imola. Finalmente si è tornato a lottare. Dopo il lungo stop agonistico durato oltre un anno, la lotta olimpica è tornata in scena nel più prestigioso scenario nazionale: il Campionato Italiano Assoluto, appuntamento che si è disputato al PalaPellicone di Ostia (Roma) per le categorie greco-romana, stile libero e lotta femminile.

Per l’Unione Sportiva Imolese Lotta sono scesi sulle materassine sette atleti fra lotta greco-romana e stile libero, che complessivamente hanno portato a casa tre medaglie.


Saverio Scaramuzzi si è laureato vicecampione nazionale della categoria 72 kg, portando a casa il migliore risultato (argento) per la società imolese.

Alberto Meta ha ottenuto il bronzo nella categoria di peso 130 kg; Gianluca Coletti un altro bronzo nello stile libero 65 kg.

La squadra Usil in trasferta agli Assoluti 2021 era composta da: Alberto Meta, Josef Guzman, Saverio Scaramuzzi, Alex Bertinazzi, Nicolas Cisari, Simone Gironda e Gianluca Coletti, accompagnati dagli allenatori Gian Matteo Ranzi e Silvano Zaccaroni.

A Ostia c’era pure l’ex Usil Mirco Minguzzi, che oggi veste i colori del gruppo sportivo Carabinieri e che non è riuscito a difendere il titolo nazionale 2020, fermandosi all’argento nella categoria 87 kg. Con la vittoria è sfumata anche l’occasione di partecipare all’ultimo torneo di qualificazione olimpica in calendario prima dell’appuntamento mondiale.