Imola. Ancora una volta si rinnova il connubio tra il mondo dei motori della Formula 1 e l’Aeronautica Militare. Domenica 18 aprile le Frecce Tricolori sorvoleranno la griglia di partenza dell’autodromo Internazionale “Enzo e Dino Ferrari” in occasione del Formula 1 Pirelli Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia‐Romagna 2021, prima tappa europea del campionato mondiale di Formula 1.

I velivoli MB339PAN della Pattuglia Acrobatica Nazionale stenderanno il verde, il bianco e il rosso della Bandiera italiana sul circuito automobilistico emiliano‐romagnolo.Stendere il Tricolore sul Gran Premio del Made in Italy per noi è motivo di forte orgoglio” ha commentato il Ten.Col. Gaetano Farina, Comandante delle Frecce Tricolori. “Da sessant’anni siamo fieri di essere un simbolo dell’Italia intera rappresentando le capacità, la tecnologia e i valori dell’Aeronautica Militare e di tutto il Sistema Paese.”

“Da sindaco della città sono orgoglioso che nel loro 60.o anniversario le Frecce Tricolori effettuino, in occasione del Gran Premio di F.1, il sorvolo della griglia di partenza, a testimoniare il valore delle eccellenze italiane e come simbolo della ripartenza – sottolinea il primo cittadino Marco Panieri -. Le Frecce Tricolori rappresentano in tutto il mondo il Made in Italy, con le loro spettacolari acrobazie, con quella scia verde, bianca e rossa che colora il cielo di  speranza, fra professionalità e innovazione, capacità e competenza, tecnologia e passione che da sessant’anni ci rende orgogliosi del nostro Paese, ad ogni latitudine. Per la F.1 è un ‘abbraccio tricolore’ che completa quel gioco di squadra tra Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, Regione Emilia-Romagna, Aci, Motor Valley, Città Metropolitana di Bologna, Terre&Motori, Con.Ami e Imola, che rende possibile il Gran Premio. Un sentito grazie, quindi, all’Aeronautica Militare ed alla Pattuglia Acrobatica Nazionale per quanto fanno e rappresentano ogni giorno per l’Italia e per avere accolto il nostro invito a far parte di questa squadra”. Prima delle acrobazie degli aerei, il tenore Vittorio Grigolo intonerà l’inno di Mameli.

Le Frecce Tricolori tornano dopo più di 40 anni nei cieli di Imola: era il 14 settembre del 1980 quando i velivoli G91 della Pattuglia Acrobatica Nazionale si esibivano con il loro programma acrobatico sopra il circuito di Imola in occasione del primo ed unico GP d’Italia valido per il campionato mondiale a non disputarsi a Monza. Aeronautica Militare e scuderie Formula 1, due r